Forse la presentazione della MotoGP più attesa dell’anno si è svolta pochi minuti fa in Spagna, a Madrid, e più precisamente alla sede di Repsol, che ha festeggiato i suoi 25 anni di partnership con Honda. La presentazione, trasmessa in diretta streaming, ha consentito di seguire in mondovisione l’unveiling della moto che nel 2019 punterà a confermare il titolo iridato, e ha visto grandi ospiti: oltre ai piloti ufficiali Marc Marquez e la new entry Jorge Lorenzo, c’erano anche il cinque volte iridato Mick Doohan e Alex Criville. 

REPSOL PIONIERE - Ad aprire le danze è stato il padrone di casa, Antonio Brufau Presidente di Repsol. «Festeggiamo i 25 anni di collaborazione con Honda e i 50 anni di sponsorizzazione nel motorsport: siamo stati dei pionieri», ha ricordato Brufau. «La collaborazione che abbiamo con i costruttori ci mette in una posizione molto impegnativa ogni anno perché ogni giorno dobbiamo dimostrare di fare qualcosa di migliore. Grazie a Honda per i talenti che ha messo a disposizione, l’auspicio è che continui a darci ancora tanti successi».

IL MEGLIO DEL MERCATO - La parola è passata poi a Tetsuhiro Kuwata, Direttore e General Manager della Divisione corse di HRC, che ha ricordato i successi del team Honda fino a questo momento. «Manteniamo sempre una forte determinazione nel continuare a migliorarci. Anno dopo anno ci stiamo avvicinando ai sogni che inseguiamo come costruttori», ha detto. «Siamo contenti di annunciare il nuovo Honda Repsol team che innalza ulteriormente l’asticella. Abbiamo il meglio che il mercato piloti metteva a disposizione. Il nostro lavoro è fornirgli tutto quello che gli serve per ottenere il massimo dalla stagione.  Il fatto che Lorenzo abbia accettato questa sfida dimostra che è un grande campione con grandi ambizioni» ha concluso Tetsuhiro Kuwata.

DOOHAN E CRIVILLE - L’alleanza fra Honda e Repsol è iniziata nel 1995, e il titolo iridato arrivò quello stesso anno. Era l’epoca di Mick Doohan che condivise la sua stagione con un altro grande, Alex Criville, il primo spagnolo della storia a conquistare un titolo mondiale nella classe regina. E proprio i due grandi piloti erano presenti, nelle loro tute, oggi come allora. 

«Il ruolo di Repsol in MotoGP è sempre stato molto importante, in passato e oggi», ha detto Alex Criville. «Entrare nella squadra Repsol mi ha dato un percorso a tappe: prima ho imparato a lottare per le prime posizioni, poi per la vittoria, poi per il titolo. Credo che Repsol sia sempre riuscita a concentrare gli sforzi per costruire la squadra migliore del mondo».

«Il più bel ricordo è il primo titolo mondiale vinto con loro, nel 1995, il secondo della mia carriera. Poi ne sono arrivati altri ma quello è stato memorabile», ha detto Mick Doohan. «Sia Repsol che Honda riconoscono a vicenda i rispettivi ruoli nel produrre una grande formula vincente. Tutti gli altri team hanno lo stesso obiettivo ma questa parnership è sempre stata la migliore di tutte».