L'appuntamento è per domenica 3 febbraio alle ore 11.00. Dopo Ducati, Honda e Petronas Yamaha, toccherà stavolta alla Suzuki svelare la moto con cui correrà il campionato mondiale MotoGP 2019.

VIDEO - La casa di Hamamatsu mostrerà un video della nuova GSX-RR. La moto con cui Alex Rins e Joan Mir scenderanno in pista nei test di Sepag della prossima settimana non sarà completamente nuova perché sfrutterà alcune parti già sviluppate e utilizzate lo scorso anno. Oltre ai due piloti ci sarà anche il collaudatore Sylvain Guintoli, in pista già da questo fine settimana. In Suzuki c'è molta aspettativa soprattutto sul motore, già provato nel GP del Giappone e nei test di fine 2018. Ma non solo. Il responsabile tecnico  Ken Kawauchi nei giorni scorsi aveva sottolineato un aspetto importante: «Dal Mugello, abbiamo iniziato a utilizzare il nuovo telaio con rinforzo in carbonio mentre ad Assen siamo riusciti a mettere in pista degli aggiornamenti sul motore. Sono state delle modifiche importanti per le prestazioni». Modifiche che Suzuki ha già sperimentato in pista con ottimi risultati.

BRIVIO - Anche il team manager Davide Brivio è fiducioso, soprattutto per la quantità di materiale a disposizione da assemblare e confida nella capacità di messa a punto degli ingegneri per avere una moto competitiva già dalle prove libere del GP del Qatar. Dopo la Suzuki toccherà alla Yamaha Factory a svelare l'attesissima nuova livrea della M1 2019. L'appuntamento è per il 4 febbraio.