Guaio grosso per i team Pramac e Forward: Luigi Scavone, titolare del Gruppo Alma che sponsorizza entrambe le squadre, è stato arrestato per presunta frode fiscale.

A dare la notizia è l’agenzia Ansa. Scavone è stato raggiunto nella sua abitazione nella zona di Napoli dalla Polizia economico-finanziaria della Guardia di Finanza di Napoli, ed è stato sorpreso con oltre 200.000 euro in uno zainetto, in partenza per Dubai.

L’ACCUSA - Gli inquirenti della Procura di Napoli, coordinati dai pm Francesco Raffaele, Sergio Raimondi e Mariasofia Cozza, e dal pool criminalità economica diretto dal procuratore aggiunto Vincenzo Piscitelli con il procuratore capo Giovanni Melillo, hanno ricostruito quanto accaduto dal 2015 al 2017: sembra che siano stati sottratti alle casse dello Stato circa 70 milioni di euro attraverso il meccanismo delle indebite compensazioni.

I magistrati configurano un’associazione per delinquere finalizzata a reati fiscali, e per questo sono state disposte misure di custodia cautelare per dieci persone (3 in carcere e 7 ai domiciliari) n ritenute responsabili della frode.

Tra le misure quella a Luigi Scavone, ex poliziotto e oggi imprenditore e capo del gruppo imprese Alma, main sponsor della squadra di basket Alma Trieste di Serie A1 e, appunto, delle scuderie motociclistiche Pramac, che quest’anno schiera in MotoGP Jack Miller e il campione del mondo della Moto2 Francesco ‘Pecco’ Bagnaia, e Forward, che partecipa alla Moto2 con i piloti Dominique Aegerter e Stefano Manzi.

Al momento nessuna delle due compagini ha rilasciato dichiarazioni.