Un fulmine rosso si è stampato sulla pista di Termas de Rio Hondo nelle secondo prove libere di giornata. Andrea Dovizioso è davanti a tutti al termine della sessione pomeridiana con il miglior crono di giornata: 1:39.181. Dietro di lui a pochi millesimi c'è Jack Miller, terzo Maverick Vinales. Interessante davvero il turno di prove. Ben 21 piloti su 22 (l'unico escluso è Syahrin) racchiusi in meno di un secondo. Viste le previsioni meteo incerte per la giornata di sabato, tutti hanno cercato di piazzare il miglior tempo per entrare nella top ten.

MARQUEZ - Alla fine l'ha spuntata il Dovi, davanti a Miller e Vinales. Poi Crutchlow e Fabio Quartararo. Sesta posizione per Valentino Rossi, davanti ad Alex Rins e Marc Marquez. Ma attenzione al campione del mondo in carica, che sul passo sembra davvero non averne per nessuno sul tracciato argentino. Completano la top ten Franco Morbidelli e Takaaki Nakagami. A ridosso dei primi dieci ten Andrea Iannone, che invece in mattinata si era distinto con il quinto piazzamento.

MALE PETRUX - Se una rossa ride però, l'altra ancora deve trovare la quadra: solo 13° Petrucci, non ancora al top dopo la caduta della mattina. Pecco Bagnaia ha fatto registrare il 14° tempo. Entrambi al momento fuori dalla Q2. E Lorenzo? Ancora qualche problema per il maiorchino, addirittura 21°. Deludenti anche le due KTM, ferme al 16° e 17° posto con Pol Espargarò e Zarco.

PRIME PROVE – In mattinata Marc Marquez era stato il più veloce nel primo turno di libere, davanti a Jack Miller e Cal Crutchlow. Ottimo quarto posto per Franco Morbidelli davanti ad Andrea Iannone. Solo settimo Andrea Dovizioso, decimo Valentino Rossi. Ancora più indietro gli altri due italiani, Danilo Petrucci (20°) e Pecco Bagnaia (21°).