Dopo la gara esemplare portata a termine in Argentina, Marc Marquez è rimasto in sudamerica per partecipare a vari eventi organizzati dai suoi sponsor e in occasione di alcune interviste, oltre a parlare del suo successo di domenica, ha raccontato anche come ha vissuto la “famosa” stretta di mano da parte di Valentino Rossi.

I PRECEDENTI – Come ormai tutti sparanno, la “soap opera” tra Rossi e Marquez va avanti da anni tra litigi e riappacificamenti e l'ultimo sembra arrivato proprio dopo il Gp di Argentina quando, poco prima di salire sul podio Valentino ha dato una pacca sulla spalla a Marc e i due si sono scambiati le congratulazioni per la gara dandosi una stretta di mano.
Gesto arrivato non con poca fatica dopo che lo scorso anno, durante la conferenza stampa del Gp di Misano, lo spagnolo con il numero 93 aveva detto di non aver nessun problema a stringere la mano del Dottore, ma quest'ultimo gliel'aveva negata.
Ecco quindi che un piccolo riappacificamento tra i due sembra tornato, ma quanto durera?

“NON ME L'ASPETTAVO” - E proprio Marc ha parlato di questo gesto arrivato proprio dopo la gara di Termas de Rio Hondo:”non ho mai avuto problemi con Rossi – ha detto – gli ho già teso la mano a Misano e l'ho fatto anche un anno fa proprio qui in Argentina dopo tutto quello che era successo perchè ho pensato fosse stato un mio errore e sono stato penalizzato per questo.
Dopo il Gp di domenica è venuto a congratularsi con me e ho accettato i suoi complimenti.”
Marc poi ha proseguito:”devo dire che non mi aspettavo questo gesto, ma ho accettato il suo saluto perchè non ho nulla contro di lui. Per togliere il saluto a qualcuno deve avermi fatto un torto enorme, ma con Valentino non c'è nessun problema. Si, c'è della rivalità ma nasce e finisce in pista.”