Ha iniziato molto bene il 2019 Marc Marquez che già si trova al comando della classifica iridata dopo tre gare dal via.
Una classifica che vede Andrea Dovizioso in seconda posizione staccato da lui di soli 4 punti, ma in questo weekend si correrà ad Austin, in Texas, dove lo spagnolo ha portato a casa ben sei pole position e sei vittorie in sei anni consecutivi.

MOTIVAZIONE GIUSTA - “Austin è dal 2013 che è sempre stato per me un ottimo circuito – dice il numero 93 - ma ogni anno è diverso. Quest'anno siamo in ottima forma quindi mi sento molto a mio agio sulla moto. Inizieremo dalle libere senza fare cose folli, gireremo come sempre e vediamo come andrà il weekend. Ci sarà da tenere in considerazione anche il meteo che sembra che per sabato abbia messo tempo instabile.”

IL GIRO PERFETTO – Il circuito texano si adatta senza dubbio alle capacità di Marquez, soprattutto perchè presenta ben 20 curve a sinistra, e come sappiamo già da anni, per lui i circuiti sinistrorsi sono sempre stati i prediletti:”E' difficile fare il giro perfetto qui, - prosegue - è facile fare errori e in più l'asfalto in alcuni punti è molto sconnesso, quindi dobbiamo adattarci anche perchè hanno detto che sono state fatte delle modifiche.”

E LA SPALLA? - Un circuito che è anche molto fisico e che quindi viene il dubbio che con la spalla ancora in fase di guarigione, Marquez potrà avere dei problemi:”è vero questo tracciato è difficile a livello fisico ma mi sento in forma. In frenata sento ancora qualcosina alla spalla ma credo non sarà un problema. Sento che c'è stato un miglioramento già in Argentina.”

CASCO SPECIALE – Marquez scenderà in pista domenica anche con un casco con una grafica speciale, dedicata ovviamente al Texas:”il nuovo design è tipo un rodeo così come la pista che ha un fondo sconnesso, ma rappresenta anche una tipica casa texana con tanto legno.”

COME BACIARE LA FIDANZATA – Infine, durante la conferenza stampa è stato chiesto a Marquez e a Rossi qualcosa in più sulla stretta di mano dopo la gara argentina:”era il momento giusto per farlo, come quando si da un bacio alla ragazza. Eravamo soli, è stata una bella gara e non ho mai avuto problemi al riguardo, ci deve essere rispetto.”