Davanti a tutti dall’inizio alla fine. Così Marc Marquez è riuscito a martellare senza sosta l’asfalto di Jerez durante la gara della MotoGP, conquistando un’importante vittoria in ottica campionato. Alle sue spalle, arriva secondo un vigoroso Rins, seguito da Maverick Vinales, mentre Andrea Dovizioso deve accontentarsi solo della medaglia di legno. Peccato per Quartararo e Morbidelli che, dopo una partenza grintosa, hanno visto sfumare i propri sogni di gloria poco oltre metà gara. Vediamo com’è andata….

PARTE SUBITO FORTE Marc Marquez. Al via, lo spagnolo fa un sol boccone delle Yamaha Petronas e si prende la testa della gara, inseguito da Morbidelli che prova a tenergli il muso infilato negli scarichi. Segue Quartararo, alle cui spalle, Vinales e Dovizioso iniziano a mostrare i primi accenni di bagarre nel tentativo di scalata al gruppo di testa. Pochi giri, e Pecco Bagnaia purtroppo cade alla curva 2, mettendo fine anticipatamente alla sua domenica. Intanto, Rossi tenta di emergere senza successo dalla decima posizione, mentre Jorge Lorenzo, non pervenuto, arranca 15° nelle retrovie.

CAMBIO DI POSIZIONI a quindici tornate dal termine: Fabio Quartararo infilza Morbidelli e si prende il secondo posto alle spalle di Marquez. Neanche il tempo di un sussulto, e stavolta è Rins che svernicia Vinales, mettendosi a caccia del podio col 'Morbido' nel mirino. Cambio di ritmo, nel frattempo, anche per le Ducati: Dovizioso e Petrucci, in sesta e settima posizione, abbassano i tempi sul giro e provano a dare un senso alla domenica spagnola. Poi, ad un certo punto, colpo di scena: problema tecnico per Quartararo e il sogno del podio si infrange sulla corsia dei box. Peccato!

LA GARA CAMBIA FACCIA - Uno dopo l’altro, Rins, Vinales, Dovizioso e Petrucci sorpassano in fretta Morbidelli, che da secondo finisce sesto, per poi perdere ancora posizioni subito dopo. Intanto Marquez prosegue nella sua galoppata solitaria rifilando un gap di 4 secondi agli inseguitori. Valentino prova a metterci più grinta e inizia a risalire il gruppo: forse è tardi, ma a 5 giri dalla fine, il Dottore è sesto alle spalle di Petrucci.

IL PODIO - All’ultimo giro si scatena la bagarre per il terzo posto tra Vinales e Dovizioso. Il ducatista tenta l’affondo in staccata ma lo spagnolo fa muro e chiude la porta. Fine dei giochi! La vittoria va ad un incontenibile Marc Marquez, che taglia per primo il traguardo seguito dalla Suzuki di Rins e da Maverick Vinales, che riscatta le Yamaha ufficiali dal magro bottino delle qualifiche, conquistando il terzo gradino del podio.

QUARTO POSTO per Andrea Dovizioso. Alle sue spalle, il compagno di squadra Danilo Petrucci, quinto. Una domenica senza infamia e senza lode per i ducatisti, che dovranno attendere Le Mans per tentare di nuovo l’affondo. Sesto posto, infine per Valentino Rossi, seguito da Morbidelli, Crutchlow, Nakagami e Bradl che in questo preciso ordine completano la Top Ten. Solo 12° Jorge Lorenzo, al termine di un week-end da dimenticare.

QUI tutti i risultati nel dettaglio, con l’ordine di arrivo completo.