Andrea Dovizioso e la Ducati sono i pretendenti alla vittoria per questo weekend tricolore. Una pressione non da poco che però il Dovi dovrà gestire per riuscire a portare a casa il miglior risultato possibile in vista della classifica iridata e di una gara che può dargli davvero ottime chance per ottenere il gradino più alto del podio.
Sulla scia della vittoria nel 2017 e il secondo posto nel 2018, il pilota forlivese dovrà approfittare di un circuito “amico” che invece è più ostico per il suo diretto avversario Marc Marquez.

OBIETTIVO VITTORIA, MA... - ”Negli ultimi due anni – dice in conferenza stampa - abbiamo fatto bene qui. Tutte le Ducati saranno competitive ma gli avversari saranno più forti rispetto allo scorso anno quindi ci saranno tanti piloti in grado di lottare per la vittoria. Sarà importante partire con una buona base, cosa che abbiamo, ma dobbiamo comunque migliorare. L'obiettivo è la vittoria, ma solo in gara sarà possibile capire se sarà possibile lottare. Tutti si aspettano la vittoria della Ducati ma dobbiamo essere intelligenti in ottica campionato.”

COSA MANCA - Ma cosa manca a Dovi per vincere il campionato?”È sempre il pacchetto moto-pilota ad essere vincente – va avanti - ma ogni anno è difficile valutare quanto è forte la moto e quanto il pilota. Ognuno può avere una visione diversa, dobbiamo migliorare i nostri punti deboli. Noi siamo concentrati sia sulla moto ma soprattutto io sono concentrato su me stesso e questo mi permette di lottare per il campionato. Se Marc potesse avere la mia moto potrei capire i punti deboli e non della mia moto."