Nelle prime prove libere sul circuito della Catalunya, Jorge Lorenzo ha sfoggiato la nuova aerodinamica della sua Honda RC213V: dal serbatoio sono spuntate due ali, che dovrebbero dare qualche miglioramento al feeling del pentacampione con la moto sulla quale non riesce a trovare la performance all’altezza delle aspettative.

Dopo essere passato da Ducati in Honda, infatti, Lorenzo non è più riuscito a militare nelle zone alte della classifica. E il suo viaggio in Giappone, nei giorni scorsi, è stato mirato proprio a trovare la soluzione (leggi qui). In particolare in Casa Honda non saranno troppo felici del fatto che soltanto Marquez al momento è in grado di vincere con la RC213V, e si sono cimentati per offrire un 'piano B' per Lorenzo.

L’EFFETTO DELLE ALI -  Nel 'piano B' sembrano rientrare le ‘ali’ sul serbatoio: se siano un aiuto aerodinamico o se gli diano un appoggio in più in curva, non è ancora dato saperlo. Da HRC non è trapelata nessuna informazione in questo senso.

Quel che è certo è che Lorenzo non sta vivendo una bella stagione, mentre il suo compagno di squadra Marc Marquez ha vinto tre gare fino a questo momento, con due secondi posti, ed è il leader del campionato mentre Lorenzo ‘langue’ in quattordicesima posizione. Un piazzamento molto lontano dai suoi tre titoli vinti in MotoGP sulla Yamaha, nel 2010, nel 2012 e nel 2015.

Per ora i risultati delle ‘ali’ non si vedono: Lorenzo ha concluso la prima giornata di prove libere al quattordicesimo posto, a poco meno di 2 decimi da Marc Marquez, che però non ha usato la gomma soffice nuova nella seconda sessione di prove libere. Ma il weekend è ancora lungo.