Jorge Lorenzo costretto a saltare il GP di Assen per la frattura alla sesta vertebra dorsale rimediata nelle prime prove liere di questa mattina sulla pista olandese. Si era visto subito che era una brutta caduta, e appena si è rialzato il pilota maiorchino faceva fatica a respirare (leggi qui)

Trasportato in ospedale, Jorge Lorenzo è stato sottoposto ai primi esami dai quali è emerso un ‘verdetto’ poco rassicurante.

"Gli esami hanno evidenziato una frattura della sesta vertebra dorsale. E' stabile, ma merita grande attenzione. I tempi di recupero? Non saranno brevi. Per saperlo di preciso è necessario avere l'esito della risonanza" ha detto il Dott. Charte, come riportato dal sito di Sport.sky.it.

IL FUTURO NON E’ A RISCHIO - "Si tratta di una frattura come tante altre già viste in Campionato, fortunatamente non ha subito alcun trauma cranico”, ha aggiunto il dott. Il Dott. Zasa. “Jorge tornerà in moto quando non ci sarà alcun elemento che possa pregiudicare la sua salute, il suo futuro nel Motomondiale non è a rischio. Avere davanti la pausa estiva aiuta molto, magari può tornare già dopo la sosta".

Lorenzo si era già procurato un dolore alla schiena con la caduta a Barcellona, ma “questa è una frattura nuova, non legata a quell'episodio", aggiunge Zasa.

Non resta che attendere gli aggiornamenti dopo i nuovi esami per Jorge Lorenzo, che sta attraversando un periodo davvero difficile.