A Silverstone quest’anno ancora una volta Valentino Rossi ha sfiorato il podio senza però riuscire a raggiungerlo: era già successo al Sachsenring e per la seconda volta consecutiva il pesarese della Yamaha deve accontentarsi di un quarto posto. Un piazzamento che non soddisfa Rossi, che perde anche la quinta posizione in classifica iridata e si vede scavalcare proprio dal suo compagno di squadra Maverick Viñales, sia pure di due sole lunghezze.

A fine gara, Valentino non ha nascosto la sua amarezza.

RINS ERA PIU’ FORTE -“Era stato un buon weekend, eravamo partiti secondi e anche nelle prove ero andato bene, invece il risultato in gara è sotto le aspettative”, ha detto Rossi.

 “Purtroppo siamo un pochino delusi dal risultato perché pensavamo di essere più competitivi. Avremmo voluto fare la gara che ha fatto Maverick (Vinales, ndr). Marquez e Rins erano più forti. Marc me lo aspettavo, Rins mi aspettavo che andasse un po’ più come me, invece andava di più, è stato bravo”, ha commentato Rossi ai microfoni di Sky Sport MotoGP.

“Mi sarebbe piaciuto lottare per il terzo posto, magari con Maverick, ma oggi ero più in difficoltà in gara, soffrivo un po’ di più col grip dietro. Ho tenuto botta per metà gara, ma poi ho dovuto rallentare perché andavo più piano, (la moto, ndr) mi scivolava, avevo problemi con la gomma dietro, peccato. Mi sarebbe piaciuto salire sul podio, invece non ce l’ho fatta”, confessa Rossi.

UN PROBLEMA DA RISOLVERE – La cosa più preoccupante è che Rossi e la sua squadra non hanno ancora individuato la causa del problema. Non si capisce, infatti, perché con la stessa moto Viñales sia salito sul podio. “Quando le temperature si sono alzate Maverick ha confermato il passo delle FP4, invece io ho fatto un po’ più fatica”, ha spiegato Rossi. “Adesso abbiamo fatto un meeting, dobbiamo trovare il modo per risolvere questo problema. Non so se è il mio stile di guida,  magari io sulla moto che stresso un po’ di più la gomma dietro… non lo so, ma dobbiamo lavorare un po’ di più su questo”.

GUARDANDO A MISANO – Il prossimo round sarà sul circuito di casa per Valentino Rossi e sarà preceduto da due giorni test.

“Negli ultimi due weekend sono stato più competitivo, sono riuscito a guidare la moto meglio e questo è positivo”, ha spiegato Rossi. Ci sarà un test importante a Misano, dove l’anno scorso ho fatto fatica. Saranno prove importanti prima della gara, anche perché è un GP speciale. Da un lato ci sono i tifosi, gli amici, la famiglia, dall’altro bisogna prepararsi bene psicologicamente perché come dispendio di energia vale il doppio rispetto a una gara normale. Bisognerà andare a letto presto e fare una ricarica al meglio le batterie per arrivare al 100% alla gara”, ha concluso Rossi.