Per Marc Marquez, dopo la vittoria del titolo in Thailandia, la stagione non sarà più la stessa, come ha dichiarato in conferenza stampa a Motegi. Sarà di certo più rilassato e tranquillo, ma questo non cambierà il suo unico obiettivo: vincere.
In Giappone, poi, la vittoria potrebbe essere un bel regalo per tutta la HRC dato che ancora manca da assegnare il titolo costruttori.
Il numero 93, quindi, è arrivato a Motegi con le stesse motivazioni di sempre.

I FESTEGGIAMENTI - Ma partiamo dai festeggiamenti del titolo:“è stata una bella festa – ha detto - con tutto il team abbiamo celebrato come si deve. Poi, quando sono tornato a casa ho festeggiato con gli amici e la mia famiglia.”
E dopo i festeggiamenti è già tempo di tornare in pista:” dopo poco ho comunque iniziato a preparare queste gare che verranno (Giappone, Australia e Malesia), certo, mi sento più rilassato ma la mentalità è la stessa di sempre quindi anche domenica cercheremo la vittoria.

I RIVALI - Marquez, sul tracciato giapponese, lo scorso anno non solo riuscì a vincere la gara, ma portò a casa anche la vittoria iridata:”Dovizioso l'anno scorso mi ha dato filo da torcere anche se poi è caduto -prosegue lo spagnolo - non so se è uno dei suoi circuiti preferiti ma va forte qui. Come rivale ci sarà anche Quartararo so che quello di Motegi è uno dei suoi circuiti preferiti ma anche Vinales e Rins sono piloti forti che qui potrebbero andare veloci.”