Anche il titolo costruttori e quello di rookie dell'anno sono stati assegnati. Nelle ultime tre gare della stagione ci sarà poco da decidere: il terzo posto in classifica generale e forse qualche prova di forza interna ai team. Per il resto sarà una passerella per Marc Marquez, signore assoluto anche a Motegi. Ecco i nostri voti.

Marc Marquez - VOTO 10 e LODE - Gara perfetta. Si prende la testa della corsa da subito stavolta senza lasciare a Quartararo la minima speranza. Dieci vittorie e cinque secondi posti in 15 gare. Regala alla Honda il mondiale costruttori sul circuito di casa. Che altro chiedergli?

Fabio Quartararo - VOTO 9 - E' lui il Rookie of the year, in estate nessuno poteva immaginarlo. Quarto secondo posto e complessivamente sesto podio del 2019. E adesso il terzo posto nella classifica generale non è più un miraggio. Sarebbe un colpaccio.

Andrea Dovizioso - VOTO 8 - Una gara in crescendo. Qualche altro giro e avrebbe potuto anche vincere. Peccato, ma rimane un gladiatore.

Maverick Vinales - VOTO 7.5 - Ci prova a battere Dovizioso, ma la differenza oggi tra Yamaha (almeno la sua) e Ducati è evidente. Agganciato Rins al terzo posto generale: sarà una lotta a tre nelle ultime tre gare.

Carl Crutchlow - VOTO 7.5 - E' il secondo miglior pilota Honda dopo King Marquez. Grazie all'esperienza sceglie un finale conservativo e all'ultimo giro beffa Morbidelli.

Franco Morbidelli - VOTO 6.5 - Fine settimana tutto sommato positivo ma con quale rimpianto. In qualifica va meglio di Quartararo, in gara gestisce male le gomme e all'ultimo si fa beffare.

Alex Rins - VOTO 6 - Ha perso lo smalto di qualche gara fa. Aspettando circuiti migliori per la sua Suzuki, rimane in piena lotta per il terzo posto in classifica generale.

Danilo Petrucci - VOTO 5 - Involuto. Seconda parte di stagione da dimenticare. E non si vede come possa invertire la tendenza da qui alla fine.

Jack Miller - VOTO 5 - Bene in qualifica, ma in gara sbaglia completamente la gestione delle gomme.

Valentino Rossi - VOTO 4 - Male in qualifica, male alla partenza, male in gara, anche se il passo non era male. Poi la caduta. E' il peggior pilota Yamaha in pista e non riusciamo ad abituarci all'idea. Sta cercando soluzioni, ma non le ha ancora trovate.

Andrea Iannone - VOTO 4 - Giornata rovinata dalla caduta, ma Andrea e Aprilia devono sedersi e guardarsi in faccia.

Jorge Lorenzo - VOTO 3 - Che senso ha per un pilota con il suo curriculum, stare in MotoGP così?