Un venerdì tribolato per Andrea Dovizioso, autore del nono tempo nel computo delle prove libere. Il portacolori Ducati ha sofferto un po’, anche a causa di problemi tecnica accusati dalla Desmosedici numero 04. Il forlivese spiega la natura dell’inconveniente, svelando perché Miller abbia fatto meglio di lui:” Ho patito per alcuni problemi elettronici alla moto, dobbiamo verificarne l’entità. Ho usato il muletto, con set up diverso e gomme nuove. Non ho attaccato il cronometro, siamo nel gruppo. Miller è stato più veloce di me sul giro secco qualche volta durante l’anno ed oggi. La mia teoria si basa sul fatto che l’assetto da noi scelto prediliga la frenata ed il passo gara. Io sono aggressivo in staccata, fino a centro curva. Jack guida diversamente, forse, più facilmente porta la moto al limite, con meno trasferimenti di carico e sul giro singolo va meglio. Ovviamente, le prime due file ti fanno andare a letto più sereno. Quest’anno abbiamo faticato in prova, è sempre stato difficile partire avanti”.

Chi vedi bene per la gara di domenica?

“Marc Marquez e Maverick Vinales ne hanno più di tutti in questo momento, la loro superiorità con gomme morbide è chiara, evidente Ma non è finita qui. Domani lavoreremo bene, sfruttando meglio il tempo a nostra disposizione, provando a colmare il gap, perché loro due non sono poi così lontani”.

Ultimo sforzo 2019 e martedì sarà già 2020.

“Sì, domenica finiremo il campionato. Quest’anno è stato tosto, difficile. Non giocandoci qualcosa di importante, è mancato qualche stimolo, sarebbe bello chiudere con un bel risultato, per me e per Ducati, lo meritiamo tutti. Dopodiché, ecco i test per la prossima stagione. Come andranno? Marquez e Honda si possono permettere di lavorare prima rispetto agli altri, parlando di 2020. Noi ci dovremo concentrare su quello che abbiamo, sperando che gli altri non vadano avanti troppo”.