Alla fine della prima giornata di test ufficiali a Valencia la classe regina vede protagonista Fabio Quartararo: stoico nonostante una caduta, il francese stampa il miglior crono davanti a Maverick Vinales, con Franco Morbidelli bravo a siglare il terzo tempo. Dovizioso chiude al 4° posto con la Ducati davanti alla Honda di Marc Marquez. Sia Yamaha che Ducati hanno provato nuovo telaio e nuovo motore, e Ducati ha testato anche un aggiornamento dell’elettronica.

Nono crono per Valentino Rossi. Dopo la caduta di questa mattina di Alex Marquez, è scivolato anche il fratello Marc, ma è finito a terra anche Fabio Quartararo.

MotoGp, test Valencia: Vinales al comando in mattinata

YAMAHA MONOPOLIZZA IL PODIO DI GIORNATA - Dopo una stagione fenomenale da rookie, Fabio Quartararo ha messo a segno 76 giri salendo in vetta alle tabella dei tempi, ma non è stato facile. Mentre provava un nuovo forcellone in carbonio Quartararo è caduto alla famigerata curva 10. Con le costole doloranti, quando mancava un’ora alla fine della giornata, è rientrato in pista e ha siglato il miglior crono in 1’30’’327.

Sull’altra Yamaha Petronas SRT anche Franco Morbidelli ha testato nuove parti e ha concluso la giornata acon il terzo tempo, mantenendosi nella top5 per gran parte della giornata.

In mezzo ai due compagni di squadra, la Yamaha ufficiale di Maverick Viñales, che ha trascorso gran parte della giornata sulla moto 2020, dopo aver completato un primo run sulla moto 2019. Viñales ha concluso a poco più di un decimo e mezzo dietro Quartararo. Valentino Rossi, con l’altra Yamaha ufficiale, ha completato una fitta giornata di lavoro e ha concluso con il nono tempo.  Insieme a Viñales, il pesarese ha testato la moto 2020 che presenta una nuova presa d'aria e una terza evoluzione del motore 2020.

Quartararo dopo i test:”Aspetto con trepidazione il nuovo motore”

DUCATI BENE CON DOVI - Al box Ducati, Danilo Petrucci stava testando un telaio nuovo di zecca quando è rientrato prima della fine della giornata per il riacutizzarsi di un infortunio alla spalla rimediato durante il weekend di gara. Per Andrea Dovizioso, è stata una giornata produttiva mentre. Ha testato la nuova moto, con telaio, motore e elettronica nuovi. In Pramac Racing, anche Jack Miller ha provato nuove parti e ha completato 43 giri per piazzarsi la top ten. Francesco Bagnaia non era presente, dopo la frattura al polso di sabato scorso, ma è sceso in pista Michele Pirro, che ha chiuso la giornata al 18° posto.

Petrucci lascia i test a Valencia: “Troppo dolore alla spalla"

HONDA GIU’ - A poco meno di quattro ore dalla fine, Marc Marquez è caduto con la moto 2020 alla curva 13. Il suo giro più veloce è stato il 33esimo su 56, sulla moto che aveva già testato a Misano. Il nuovo compagno di squadra e fratello Alex Marquez ha chiuso al 23esimo posto al suo debutto, riprendendosi bene dalla caduta nella prima metà della giornata.

Albert Puig: “giornata negativa per Honda, sono caduti tutti i piloti”

Stefan Bradl ha chiuso al ventiduesimo posto girando con telaio diverso da quello di Marquez. Cal Crutchlow ha stampato l’undicesimo tempo testando la moto 2020.

NUOVO MOTORE PER SUZUKI - Un nuovo motore ha regalato a Suzuki ottime velocità massime nel pomeriggio, ma un problema tecnico ha bloccato i progressi di Joan Mir. Lo spagnolo è il primo delle Suzuki, al sesto posto, mentre il compagno di squadra Alex Rins è solo un decimo e mezzo dietro, al settimo posto.

KTM POSITIVA - Primo giorno positivo per KTM, che ha sfoggiato un telaio completamente nuovo, ma sempre tubolare e d'acciaio, Pol Espargaro si è piazzato ottavo, siglando il miglior giro a metà dei 58 giri che ha percorso. Il suo nuovo compagno di squadra Brad Binder ha continuato il suo adattamento alla MotoGP. Il collaudatore Dani Pedrosa si è piazzato diciassettesimo entre Mika Kallio non è sceso in pista. Iker Lecuona alla fine del primo giorno è 13°, a meno di un secondo e mezzo da Quartararo.

APRILIA INDIETRO – Con l’Aprilia 2019,  Andrea Iannone ha siglato il 14° tempo a poco più di un secondo e mezzo dal miglior crono. Due posti più indietro si è piazzato il compagno di squadra Aleix Espargarò, mentre il collaudatore Bradley Smith è in ventesima posizione. Smith è stato protagonista di una brutta caduta alla curva 9 all'inizio della giornata, ma è tornato in pista ed è stato l'ultimo pilota a tornare ai box alla fine della giornata.

Qui i tempi.