Il bilancio della prima giornata di test a Valencia, per il team ufficiale Honda non si può dire del tutto positivo.
Tutti e tre i suoi piloti, ovvero l'otto volte iridato Marc Marquez, il nuovo compagno di team Alex Marquez e il collaudatore Stefan Bradl sono caduti durante la mattina mandando in mille pezzi i nuovi prototipi Honda versione 2020.


Il pomeriggio è quindi proseguito con le moto del 2019 e con alcune parti ibride del 2020.

IL RESOCONTO - A raccontare questa prima giornata è stato il team manager Alberto Puig:”il problema di questa prima giornata – ha detto a Sky – sono state proprio le cadute. E' caduto Marc, è caduto Stefan e anche Alex, per questo ci sono state diverse difficoltà per noi perchè non c'è stato modo di utilizzare i nuovi prototipi quindi abbiamo dovuto fare un mix. Spero che domani sarà possibile recuperare il tempo perduto oggi.”

MotoGP, test Valencia: Quartararo leader del Day1

SU ALEX – Puig parla poi dell'esordio in pista di Alex Marquez sulla RC213V. Il pilota spagnolo, dato che era già prevista la presenza di Stefan Bradl, è stato seguito dal team di Lucio Cecchinello:“ anche per lui- ha proseguito – la giornata non è stata facile perchè è caduto quasi subito ma dopo si è ripreso e alla fine era abbastanza soddisfatto, ha detto che la moto gli è piaciuta tanto e domani continuerà ad adattarsi.”