Con il Campionato MotoGP in pausa invernale, è tempo di fare alcuni bilanci della stagione appena passata, ma soprattutto di parlare di piloti, di quelli che purtroppo come Jorge Lorenzo hanno deciso di dire “addio” al Motomondiale e di quelli che invece sono sulla cresta dell'onda come Marc Marquez e Fabio Quartararo.

“DECISIONE DOLOROSA” - A parlare di tutto ciò è stato un quattro volte campione del mondo nella classe 250cc e due volte campione mondiale in Superbike, ovvero Max Biaggi che, in un'intervista a Radio Marca ha espresso tutto il suo dispiacere per il ritiro di Jorge Lorenzo:”la decisione che ha preso – ha spiegato - è un po' dolorosa per tutti gli appassionati di moto di tutto il mondo, perché hanno perso un grande campione. Non è stato solo un grande pilota, ma un campione. E i campioni restano per sempre nella storia. E' un peccato perdere un pilota di soli 32 anni che ha vinto così tanto. Ci mancherà molto in questo sport, anche perchè è stato l'unico che negli ultimi 10 anni è stato in grado di combattere e battere Marc Marquez.”

A MANI BASSE - Le domande di Radio Marca si sono concentrate poi sui piloti che correranno nella prossima stagione 2020, come Marc Marquez e Fabio Quartararo:”per me, - ha proseguito Max - il ciclo di Marc continuerà per molto tempo. È molto giovane e a mio avviso vincerà più di 10 Mondiali. È un'idea che quasi tutti hanno. Non è difficile vedere come va, cosa ci mostra. Piuttosto che parlare di Rossi, preferisco vedere quelli che vengono, come Quartararo. Un dettaglio: tutti dicono che Marc è il più forte. Lo è sicuramente. Per talento o altro. Ma di quelli che arrivano, la cosa impressionante di Quartararo non è il fatto che guadagna pole o podi o che si sforza sempre di essere davanti, ma la cosa impressionante è che è l'unico pilota negli ultimi 15 o 20 anni, che venerdì, senza aver mai preso una MotoGP, in nessun circuito riesce ad essere sempre tra i primi tre. Nessuno lo dice, ma è la verità.”