Ora è ufficiale: Johann Zarco nel 2020 correrà ancora in MotoGP. Il pilota francese prende il posto di Karel Abraham e sarà in griglia con una Ducati DesmosediciGP 2019 del team Avintia. «Sono molto contento di annunciare di aver firmato il contratto con Ducati per il 2020 con il team Avintia. La mia caviglia sinistra sta progredendo, sto meglio, posso trascorrere tranquillamente la pausa invernale con la mia famiglia e tornare presto ad allenarmi!».

Zarco, Crutchlow e Alex Marquez erano i candidati principali a prendere il posto di Lorenzo in Honda. La scelta poi è caduta sul fratello del campione del mondo. All'inizio sembrava ci fosse troppa distanza tra Zarco e Avintia dopo che il pilota aveva fatto intendere di non considerare il team satellite competitivo. Ma con l'addio di Abraham la situazione si è sbloccata e il francese ha ricevuto garanzie tecniche.

Nei giorni scorsi Zarco aveva inoltre rilasciato una intervista a Moto Journal in cui aveva precisato: «Non ho firmato con Avintia, ma con Ducati. Il mio obiettivo per il Mondiale 2020 è restare stabilmente nella top 10, per poi passare nel team ufficiale nel 2021. All’inizio dubitavo delle capacità del team Avintia, ma poi sono andato a trovare il mio ex capo meccanico Branchini, che mi ha consigliato di fidarmi di Dall'Igna: Gigi si occuperà di trovarmi un capo meccanico all’altezza».

Zarco, 29 anni, è nella fase decisiva della carriera. Dopo la fallita esperienza con KTM e la speranza venuta meno di finire in Honda (ha corso le ultime tre gare del motomondiale con il team satellite di Lucio Cecchinello) non vuole perdere altro tempo.