Dopo il comunicato della FIM arrivato questa mattina come un fulmine a cielo sereno nel quale e' stato detto che Andrea Iannone è stato sospeso in modo temporaneo per essere stato trovato positivo a sostanze dopanti, attraverso i canali social è arrivata la pronta risposta da parte del pilota stesso che, con poche parole e senza tante spiegazioni ha cercato di tranquillizzare i suoi fans.

“SONO DISPONIBILE” - "Sono totalmente tranquillo - ha scritto Iannone di corredo ad una sua foto in sella all'Aprilia postata su Instagram - e ci tengo a tranquillizzare i miei tifosi e Aprilia Racing. Mi rendo disponibile a qualsiasi contro analisi in una vicenda che mi sorprende, anche perché, ad ora, non ho ricevuto alcuna comunicazione ufficiale."

“FIDUCIOSO”- Che sia vero? Chi lo sa, intanto Iannone prosegue:"negli anni e anche in questa stagione, mi sono sottoposto a continui controlli, risultando ovviamente sempre negativo per questo ho la massima fiducia nella conclusione positiva di questa vicenda."
Adesso non resta che attendere l'evolversi dei fatti, e magari anche una risposta da parte di Aprilia su quanto accaduto al suo pilota.

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Sono totalmente tranquillo e ci tengo a tranquillizzare i miei tifosi e Aprilia Racing. Mi rendo disponibile a qualunque contro analisi in una vicenda che mi sorprende, anche perché – a ora – non ho ricevuto alcuna comunicazione ufficiale. Negli anni, e anche in questa stagione, mi sono sottoposto a continui controlli, risultando ovviamente sempre negativo, per questo ho la massima fiducia nella conclusione positiva di questa vicenda. I'm totally relaxed and I want to reassure my fans and Aprilia Racing. I am open to any counter analysis in a matter that surprises me, also because - at the moment - I have not received any official communication. Over the years, and also this season, I have undergone continuous checks, obviously always proving to be negative, which is why I have every confidence in the positive conclusion of this affair. #maniac #ai29

Un post condiviso da Andrea Iannone (@andreaiannone) in data: