Il pilota giapponese del team LCR Honda Takaaki Nakagami è tornato in pista ieri per la prima volta dopo mesi e mesi di stop. Dopo l'operazione alla spalla, avvenuta nel mese di ottobre, per l'alfiere del team di Lucio Cecchinello, è riniziata la riabilitazione vera e propria che lo porterà dritto verso i test di Sepang in programma dal 7 al 9 febbraio.

Cosa era successo

Per Nakagami,infatti, la stagione MotoGP 2019 era finita prima del tempo, dopo il Gp di Montegi per l'esattezza quando pilota e team, di comune accordo, avevano deciso di anticipare l'operazione alla spalla destra.

Dopo un incidente ad Assen, infatti, il giapponese aveva avuto seri problemi alla spalla, tanto da non riuscire a recuperare durante la stagione e decidere di optare per un intervento immediato.

Takaaki ha così partecipato al Gp di “casa” in Giappone per poi sottoporsi all'intervento in modo da poter avere tutto il tempo necessario per il recupero prima della stagione 2020.

Recupero ok

E i piani sperati sembrano andare nella direzione giusta, tanto che Nakagami, dopo una lunga assenza dai circuiti, nella giornata di ieri è tornato in pista. Su Twitter ha mostrato due foto nel quale era ritratto in sella ad una Honda NSF100, la stessa che aiutò anche Marc Marquez, nel 2018, nel recupero dopo l'intervento alla spalla operata.

Sono così felice di ritornare in moto dopo tanto – ha scritto Nakagami su Twitter – quello di oggi è sicuramente un passo avanti.”

L'alfiere LCR Honda ha postato anche un video del suo allenamento in pista, non sarà stato di certo un circuito mondiale, ma la forma fisica c'è, quindi è certo che a Sepang, per i test invernali, lo rivedremo in sella alla RC213V.