Il mercato MotoGP per il biennio 2021-2022 è iniziato ieri con la notizia a sorpresa del rinnovo tra Maverick Vinales e Yamaha. La Casa di Iwata non ha perso tempo e si è voluta assicurare l’unico pilota che nel 2019 ha portato la M1 sul gradino più alto del podio, togliendolo subito dal mercato, consapevole del fatto che Ducati gli avesse messo gli occhi addosso.

La casa di Borgo Panigale, infatti, non aveva mai nascosto un certo interesse nei confronti dello spagnolo e ora che Yamaha ha battuto tutti sul tempo, pare che Ducati abbia serie intenzioni di ingaggiare Joan Mir. Campione del mondo di Moto3 nel 2017 con una dominazione netta (10 vittorie) il maiorchino ha fatto vedere cose interessanti lo scorso anno nel suo debutto in MotoGP, con Suzuki, e non è passato inosservato. Il team manager Davide Brivio a fine 2019 aveva mostrato l’intenzione di non cambiare piloti per il prossimo biennio, confermando quindi Mir e Alex Rins alla corte della casa di Hamamatsu, ma ora non sembra più tutto così scontato. Ducati ha bisogno di un talento giovane, da far crescere sulla “rossa” e Mir, 22enne, il cui talento è fuor di dubbio, potrebbe essere il pilota giusto.

ESCLUSIVA, Mir: “Quartararo? Bravo ma non credo abbia qualcosa più di me”