Ebbene sì, quella che vedete in foto è la nuova RS-GP, l’arma totale Aprilia, destinata alla MotoGP 2020. La numero 38 - anche se si vede solo l’otto - è allestita per il collaudatore Bradley Smith, e ne notiamo una parte frontale profondamente inedita: dalle ali, ora più appuntite e filanti, sino alla bocca dell’airbox, passando da parafango e design di cupolino e plexiglass. I dischi freno sono coperti ed autoventilanti, con paratia aerodinamica in carbonio.

Mutati, rispetto al 2019, lo scarico riprogettato, il forcellone asimmetrico e la forma del serbatoio (finto, perché la benzina è contenuta sotto al codone, più sottile e grintoso). Maggiormente essenziali le carene, in stile Honda se le guardate con attenzione. Il quattro cilindri promette ben 260 cavalli, il lavoro è stato fatto anche su elettronica e distribuzione dei pesi, con l’obiettivo di migliorare il consumo delle gomme Michelin. Vedremo in azione l’Aprilia nei test di Sepang, nella cui pit lane sono state scattate diverse foto.

MotoGP, tutto è pronto per lo Shakedown