Alex Rins ad un passo dalla firma del contratto con Suzuki anche per il 2021-2022. Ancora deve iniziare la nuova stagione 2020 ma il mercato della MotoGP è già in fermento: dopo le scelte di Yamaha che ha deciso di puntare su Maverick Vinales e Fabio Quartararo per il 2021-2022, ecco che, da quanto riportato da Sky Sport MotoGP, sembra in arrivo anche il rinnovo del contratto per Alex Rins.

Manca solo l'ufficialità


Del resto, l'accoppiata Suzuki - Rins, nelle ultime tre stagioni è sempre stata in crescita e il 2020 che ancora deve iniziare potrebbe regalare nuovi e importanti riusultati per l'azzurra giapponese.

Il rinnovo del contratto da parte di Suzuki nei confronti di Rins, quindi, sembra quasi una formalità: secondo Sky Sport MotoGP, sarebbe già stato firmato, manca solo l'ufficialità della notizia da parte di team e pilota.

Dopo il debutto dello spagnolo nella classe regina avvenuto nel 2017, proprio in sella alla GSX-RR, il team giapponese ha trovato il suo pilota di punta e con il mercato in totale fermento e con diverse Case motociclistiche in cerca di talenti, riuscire a tenersi stretto il proprio pilota è importante. Per questo anche Suzuki ha giocato d'anticipo.

Suzuki la furba


E non solo, perchè Suzuki sembra sia pronta a tenersi stretto non soltanto Alex Rins ma anche Joan Mir, pilota sul quale sembrerebbe che Ducati abbia puntato gli occhi. Entrambi gli attuali alfieri, nella passata stagione sono riusciti a portare in alto i colori della Casa giapponese: Rins è riuscito, nei suoi tre anni in classe regina, ad arrivare dalla 16esima posizione in classifica generale dell'esordio, alla quarta nel 2019. In più, sempre nella scorsa stagione, è riuscito a conquistare due vittorie (Austin e Silverstone) e ad ottenere un secondo posto.

Dall'altra parte, il giovane Joan Mir (22 anni), al suo anno di esordio in MotoGP nel 2019, è riuscito abbastanza in fretta ad adattarsi alla Suzuki, portando a casa un crescendo di risultati nella seconda parte della stagione. Questo, va quindi ad avvalorare le scelte di Suzuki in merito ai rinnovi per il 2021-2022, anticipando i tempi e lasciando a guardare le Case rivali.

ESCLUSIVA, Mir: “Quartararo? Bravo ma non credo abbia qualcosa più di me”