Lo scorso anno è stato molto importante per Alex Rins: con i colori di Suzuki ufficiale, lo spagnolo ha siglato il quarto posto in campionato, portando a casa due vittorie. Un risultato che gli è valso il rinnovo, addirittura per due anni, nel team Suzuki. Una squadra che quest’anno festeggia un traguardo importante: i suoi 60 anni di corse. E per questo avrà una livrea speciale.

Come in un sogno


“L'ultima stagione mi ha portato una delle emozioni più esaltanti del mondo, ovvero quella di vincere la mia prima gara in MotoGP. E’ stata la realizzazione di un sogno e anche la seconda vittoria è stata grandiosa”, ha detto Alex Rins alla presentazione ufficiale del team oggi a Sepang.

Porterò con me queste sensazioni nel 2020, così come la consapevolezza della crescita che ho fatto. Una delle lezioni più importanti che ho imparato riguarda come gestire meglio una gara, specialmente quando sono al comando o nella bagarre”, ha aggiunto Alex dopo l’unveiling della nuova Suzuki GSX-RR.

“In gara indosserò la livrea speciale per i 60 anni di Suzuki nelle corse e sono molto orgoglioso di questo. Una delle cose più belle che si provano a correre per Suzuki è che ti senti immerso in un’autentica atmosfera familiare. Non saprei dire se fosse già così anche in passato ma a me sembra che sia un qualcosa che fa parte del DNA di Suzuki, così come la voglia di lottare sempre per la vittoria: un atteggiamento che può fare davvero la differenza”.

Obiettivo vittoria


Le vittorie: queste sono l’obiettivo principale di Rins.

 “Nel 2020 dobbiamo rimanere concentrati per ottenere buoni risultati, sicuramente un maggior numero di podi e certamente anche più vittorie rispetto alle due dello scorso anno. Questo è il metodo per raggiungere il successo: piano piano, un passo dopo l’altro, lavorando tutti assieme”, ha concluso lo spagnolo della Suzuki.

Il nuovo Team Suzuki ECSTAR con Rins e Mir