Il secondo giorno di test a Sepang si è concluso con il decimo tempo per un Valentino Rossi che è apparso comunque molto soddisfatto. La posizione è la stessa di ieri ma sembra che le cose si stiano mettendo meglio per il pesarese e la sua Yamaha ufficiale.

“La sensazione è positiva, più positiva di ieri: sono solo decimo quindi niente di che però sono contento perché oggi abbiamo lavorato sempre con la moto nuova”, ha detto Valentino Rossi al termine del Day 2. “La giornata di oggi è stata più positiva di ieri, perché abbiamo imparato un sacco di cose, mi trovo già ben,  penso che ancora non riusciamo a sfruttare tutto il potenziale, però avevo buon passo, soprattutto con le gomme usate sono stato molto veloce, quindi dobbiamo continuare così. Ho preso mezzo secondo dalla pole, ma sono decimo”.

I problemi con la gomma soft


La cosa curiosa è che Rossi non ha siglato il tempo migliore nel time-attack.

“Ho fatto il time attack stamattina, ma il mio tempo migliore l’ho fatto con la gomma media, non con time attack. Il problema è che con la soft non mi trovo benissimo”, ha confessato Rossi.

Per me da una parte, a destra, è un po’ troppo morbida, quindi quando la metto non è che faccio boom, un grande step. La cosa positiva è che con le gomme finite abbiamo migliorato tanto, la moto scivola meno e questo è buono. Per la velocità nel dritto sembra che abbiamo fatto uno step, ma tutti gli altri hanno fatto uno step”, ha aggiunto.

Alla domanda di cosa abbia provato, il pesarese è stato un po’ vago. Abbiamo provato cose per migliorare il grip in accelerazione ma anche la frenata: abbiamo trovato due o tre soluzioni, però non dico cosa”, ha aggiunto scherzando.

A volte ritornano...


Rossi ha poi parlato della presenza di Jorge Lorenzo nel box Yamaha.

“Jorge è in grande forma, è simpaticissimo, tranquillo, sembra che quando si smette di correre si migliora come carattere quindi spero di fare così anche io un giorno”, ha detto Rossi ridendo. “A parte gli scherzi mi piace parlare con Lorenzo, fa commenti sempre interessanti ma questo già lo sapevo. Averlo qui è importante, oggi ha fatto anche il coach aggiunto, mi ha detto un po’ di traiettorie… delle volte mi giro e mi fa strano vederlo vestito normale e io con la tuta”.

Rossi ha commentato anche il ‘tempone’ di Pedrosa.

“Pedrosa è velocissimo, oggi quando l’ho visto ho detto ca…o, va forte! Infatti ha fatto il terzo tempo. Perché non un ritorno sia di Lorenzo che di Pedrosa?”, ha aggiunto Rossi. “Comunque il gusto di guidare è per tutti quello: Lorenzo arriva da anni difficili, aveva perso un po’, ma è montato sulla Yamaha ed è ringiovanito, a Pedrosa magari non piace la pressione del campionato ma guidare gli dà gusto.. sono tutti e due più giovani di me, potrebbero ritornare. Dobbiamo fare una griglia di trenta moto!” ha concluso Rossi.

Francesca Sofia Novello: “Non avrei voluto Valentino in platea a Sanremo”