Nuova moto, stessa musica di ieri: a comandare la classifica nella seconda giornata di Test a Sepang è ancora Fabio Quartararo, autore di un giro in 1’58”572, siglato in sella alla M1 2020.

E a fine giornata, il pilota francese del Team Petronas non può che essere soddisfatto della sua prima presa di contatto con la nuova Yamaha. “Sono molto contento, perché è solo il nostro primo giorno con la moto - dice Fabio -. Sappiamo che il team factory l’aveva già provata a Brno, Misano e nei due test alla fine della scorsa stagione, ma sono molto felice del lavoro della squadra, perché abbiamo apportato tante modifiche in pochi giri e sono davvero felice di sentirmi già bene sulla moto”.

Aspetti postivi, ma c’è del lavoro da fare


Costante e consistente, “El Diablo” ha inanellato più giri di chiunque altro sul passo dell’1’59. Un ottimo segnale per Quartararo, che però spera di migliorare ulteriormente il feeling, nella giornata di domani.

“Abbiamo fatto un po’ di 1’59” con delle gomme molto vecchie ed è davvero positivo, ma dobbiamo migliorare ancora un pochino il passo, perché non sono ancora a mio agio al 100%”, spiega il francese.

“In una nuova moto ci sono aspetti positivi e punti in cui fatichi di più rispetto allo scorso anno, ma ho già trovato i lati positivi, in una giornata”, aggiunge Quartararo.

“Abbiamo ancora bisogno di migliorare un sacco di cose, perché è difficile rendere una moto nuova davvero buona in un giorno. Con il setting che abbiamo cambiato e l’elettronica, speriamo di trovare altri aspetti positivi domani”.

Test Sepang, Dovizioso: “Abbiamo fatto la metà del lavoro”