Vox Populi. I risultati del nostro (democratico) sondaggio, parlano piuttosto chiaro: secondo le vostre preferenze, Valentino Rossi continuerà a correre anche dopo il 2020.

Il 30% di voi lettori sostiene che il numero 46 sarà al via della MotoGP edizione 2021, nella squadra Yamaha Petronas, quella che schiera oggi Fabio Quartararo e Franco Morbidelli; se così sarà, per il tavulliese si tratterà di una ulteriore stagione da aggiungere alla sua infinita carriera, alla veneranda età di 42 anni. Complimenti sinceri.

Ma non tutti la pensano così. Infatti, il 24% dei “votanti” ha detto: “Nossignori, Valentino annuncerà il ritiro già alla fine o entro il termine di questo campionato”. Meno fiduciosi, evidentemente, coloro che appoggiano la seguente tesi, non poi così distante dalla realtà: Rossi stesso ha dichiarato che, in assenza di buoni risultati, il “basta” è dietro l’angolo.

E se dovesse egli cercare altre sfide al di fuori delle due ruote? Per esempio, nel rally, Nascar o cose del genere? Mica lo prevediamo, lo dite voi: il 19% nel computo del sondaggio, per la precisione. In effetti, il nove volte iridato è attratto dalle sfide, specialmente se motorizzate. Già esperienze per lui nel rally, più volte in pista con auto di ogni tipo, mai capace di stare fermo. Vedremo se avrete visto lungo.

Le vesti di team manager sono appoggiate dal 14% dei lettori. Manager, d’accordo, ma per quale squadra? Sempre il team Petronas, ovviamente, con appoggio della Casa di Iwata e, magari, il fratello Luca Marini da seguire. Non sarebbe male vedere VR46 al timone di una struttura MotoGP, però, sarà capace di resistere alla tentazione di salire in sella almeno una volta, durante un Gran Premio?!

Se non resisterà, ecco la possibilità di cavalcare una moto diversa dalla M1. Per esempio, una Ducati Pramac, meglio ancora se Aprilia. Il 13% dice che questo sarà possibile, proprio perché il DNA del pilota non deve essere dimenticato e Valentino ha cellule, molecole e geni intrisi di quel DNA racing.

Se, invece, nessuno dei partecipanti al sondaggio ci avrà azzeccato... saremo curiosi pure di noi di capire cosa farà il motociclista più vincente dell’era moderna.

Test Sepang, Rossi: “Mi sono avvicinato alla vetta”