L'Aprilia conta su di lui per il 2020, questo è certo, e Aleix Espargarò ha tutte le motivazioni giuste per portare in alto i colori della Casa di Noale. Del resto l'esperienza non gli manca, ma in fatto di risultati, nella nuova stagione che sta per iniziare, dovrà fare di più se vorrà salire nelle posizioni che contanto.

“La nuova moto cambiata totalmente”


Con 63 punti conquistati nel 2019 e la quattordicesima posizione in classifica, Aleix si trova a dover affrontare una stagione in salita dove per migliorarsi dovrà arrivare dal settimo posto in su.

Settimo è anche il miglior piazzamento che il pilota catalano ha avuto nella passata edizione del Motomondiale.
“Quest'anno sono più motivato che mai – ha detto Aleix perchè la moto è un'altra storia, è totalmente diversa da quella che ho guidato fino ad adesso. Sono molto contento perchè l'ultima stagione mi serviva una moto più agile da girare e sembra che la RS-GP 2020 stia andando in quella direzione.

“Come a casa”


Per Aleix è importante anche la fiducia nel team e in Aprilia si sente a casa: ”Per me – ha proseguito - è molto importante avere la chimica buona con la gente che ho accanto perchè la MotoGP è uno sport pericoloso dove vai molto forte e la fiducia nelle persone che ti hanno preparato la moto è molto importante. Aprilia è per me la mia famiglia mi trovo molto bene ed è arrivato il momento nella mia carriera dove sono più maturo”.

“Un anno divertente”


Aleix ha proseguito parlando ancora delle impressioni sulla moto avute durante i test in Malesia: ”Quella nei test è stata una partenza molto positiva, - ha concluso - la nuova moto è diversa e in Malesia guidandola ho sentito molta più potenza, mi sono sentito meglio e più competitivo. Ovviamente era solo un test, abbiamo ancora molto lavoro da fare davanti a noi, il livello della MotoGP è alto ma credo che sarà un anno divertente”.

Presentazione Aprilia Racing: ecco la RS-GP 20