Ieri sera è arrivata notizia della cancellazione del Gran Premio del Qatar per il Coronavirus e questa mattina ha fatto eco la comunicazione del rinvio a data da destinarsi per il GP della Thailandia.

Rossi: "Chissà quando correremo…"


Valentino Rossi si è espresso in merito con un comunicato ufficiale di Yamaha. Si capisce che il pesarese ha una gran voglia di correre e non nasconde la sua delusione.

"È davvero un peccato, una gran brutta notizia! Dopo un inverno passato ad allenarci eravamo pronti a cominciare la stagione, sia fisicamente sia psicologicamente”, dichiara Rossi. “Non vedevo l'ora di affrontare la prima gara dopo i test in Qatar.

"La cancellazione della MotoGP in Qatar è una notizia difficile da accettare, anche per i tifosi. Ora non sappiamo quanto dovremo aspettare per iniziare a correre, considerando che il GP in Thailandia è stato rinviato per tutte le classi immagino che debba passare molto tempo. Spero che nelle prossime settimane la situazione migliori", è l'auspicio di Rossi.

Viñales: "Sensazioni positive in Qatar"


E’ un peccato che il GP del Qatar sia stato cancellato e che quello della Thailandia sia stato rimandato, perché sono piste che mi piacciono molto e dove sono convinto di essere molto forte”, fa eco Maverick Viñales.

“Abbiamo concluso i test in Qatar con sensazioni molto positive ed ero impaziente di disputare la prima gara. Mi dispiace anche per gli appassionati in Qatar e in Thailandia, che saranno delusi. Ma capisco la situazione critica che stiamo vivendo con il coronavirus. Speriamo solo che la situazione torni alla normalità il prima possibile e che possiamo iniziare preso il mondiale”, conclude Viñales.

Anche per la Superbike salterà il round in Qatar?