Per Pecco Bagniaia, la decisione della Dorna di annullare la gara in Qatar per la categoria MotoGP è stata una vera doccia fredda. Il pilota italiano del team Pramac si era allenato duramente durante l'inverno, e oggi, durante la presentazione della nuova livrea e del team, in un video pubblicato da Pramac Racing sui social, ha spiegato quelli che saranno i suoi obiettivi per il 2020.

Tempo di riscatto


“Durante i test invernali - ha detto il pilota - abbiamo lavorato molto e la moto 2020 è davvero competitiva. Ducati e il team Pramac hanno fatto un gran lavoro questo inverno e devo ringraziarli ancora una volta per la fiducia e per avermi sempre sostenuto anche nei momenti difficili. Mi sono allenato duramente e ho lavorato tanto per arrivare al 110% e non commettere gli stessi errori, non vedo l’ora di iniziare. Mi sento pronto e al team Pramac non manca nulla, penso che quest’anno potremo divertirci”.

Un 2019 da migliorare


Pecco, che scenderà in pista con il numero #63 su una Desmosedici un po' rinnovata nella sua livrea, affronterà la sua stagione nella classe regina con un nuovo slancio ritrovato anche grazie ai test invernali.

Il pilota dell'Academy VR46 e campione del mondo Moto2 nel 2018, al suo primo anno da rookie ha collezionato una bella serie di ritiri ottenendo come miglior risultato un quarto posto a Phillip Island. Quest'anno, avrà dalla sua parte una consapevolezza maggiore e potrà di certo esprimere tutte le sue potenzialità.

VOTA IL SONDAGGIO: Come sarà la stagione del Team Pramac?