Pochi minuti fa, infatti, il Governo spagnolo ha deciso di cancellare tutti i voli da e per l’Italia per le prossime due settimane. Una misura presa per arginare il diffondersi del Coronavirus, che ha già contagiato 1.622 persone in Spagna, secondo i dati diffusi dal Ministero della Salute spagnolo.

La restrizione avrà effetto dalla mezzanotte dell’11 marzo fino alla mezzanotte del 25 marzo.

Una misura che mette seriamente a rischio le tappe della Superbike e della MotoGP in Spagna. Il primo appuntamento è infatti già nel weekend del 27-29 marzo, a Jerez. Nella più rosea delle ipotesi significherebbe che i team e i piloti non potrebbero arrivare in circuito prima del giovedì 26 marzo.

Un altro appuntamento importante in Spagna è poi quello dell’MXGP, in calendario nel weekend del 18 e 19 aprile a Intu Xanadù.

Il più ‘lontano’ di tutti al momento è il Gran Premio di Spagna a Jerez, in programma per il weekend del 2-3 maggio, ma con questo andamento dell'epidemia di Coronavirus, il suo svolgimento non è più una certezza.

Previsioni impossibili


Il rischio che questi eventi non si disputino è elevato. In questo momento, infatti, si stanno moltiplicando in tutta Europa i provvedimenti per contenere l’epidemia del virus, e non è possibile fare alcuna previsione.

Se finora, infatti, la Spagna era uno dei Paesi con minori restrizioni, che facevano pensare ad un possibile sereno svolgimento del round di Jerez, adesso non è più così.

#distantimauniti: i piloti invitano i giovani a rispettare le regole