In attesa che tutto riparta, Jorge Lorenzo che fa? Si annoia. Perché un pilota - anche se il maiorchino è quest'anno "collaudatore di lusso" Yamaha - vuole sempre essere in sella, per appagare la propria passione.

Nella calda e lontana (dall'Europa) Dubai, JL99 ha tempo per rispondere a messaggi e sollecitazioni dei fans, che spaziano da domande inerenti alla carriera "interrotta anzitempo", glissata con un "Avrei potuto correre ancora, sono stimolato da altre cose, mentre mi godo la vita" sino a "Penso che Yamaha voglia vincere, anche perché ora hanno il pilota più sensibile in loro aiuto" precisando come egli sia tuttora "Un grande campione". 

Modestia a parte, Jorge preferisce le donne agli ex rivali (per fortuna). Scegliere tra Marquez e Rossi? Macché: "Io opto per Angelina Jolie". Ma non è tutto. Il pluriiridato, dovendo stare fermo, tenta comunque di mantenersi in forma: "Ho messo qualche chilo di troppo, credo che adesso dovrò usare la cyclette che ho in camera da letto. Mi devo impegnare per buttare giù il peso".

A Lorenzo mancano le gare? Da quanto si evince dalle sue parole, solo in parte. O meglio, la competizione sancita dalla bandiera a scacchi gli mancherebbe pure, è il resto che proprio non lo fa tornare sui suoi passi: "Per tanti anni ho compiuti enormi sacrifici, tutto era rivolto alle corse. Adesso lavoro 15 giorni l'anno, non soffro di alcuna pressione, non lotto con il tempo e non guardo ai risultati da ottenere. Sto conducendo una vita decisamente più tranquilla e mi va bene così".

Rispetto al passato, in cui era spesso e (mal)volentieri mattiniero, adesso Jorge va a letto più tardi: "Mica me ne accorgo" però resta ben collegato con il mondo esterno. L'emergenza Coronavirus lo porta a ben suggerire: "Dobbiamo stare isolati e presto torneremo dalle persone più care".

Marquez punge Lorenzo: “Forse aveva timore della Honda”