Sono scesi in pista in modo un po' insolito i piloti della classe regina per quella che è stata la prima gara dell'anno.
Il circuito che li ha visti protagonisti è stato quello del Mugello anche se, le bellissime curve del tracciato toscano come Arrabbiata, Bucine e San Donato erano solo virtuali.

A sfidarsi, ognuno davanti ai propri schermi da casa sono stati Alex e Marc Marquez, Maverick Vinales, Fabio Quartararo, Pecco Bagnaia, Joan Mir, Alex Rins, Aleix Espargarò, Miguel Oliveira e Iker Lecuona.

Questa volta, la dote principale che occorreva ai piloti non era soltanto la velocità ma anche saperci fare con il joypad e su tutti, ad ottenere la prima vittoria (virtuale) nella classe regina è stato Alex Marquez in sella alla Honda.

Le qualifiche


E come per ogni gara che si rispetti, non potevano mancare anche le qualifiche, importanti per dare vita alla griglia di partenza: 5 minuti a disposizione ed ecco che il primo a posizionarsi è stato il pilota Petronas Quartararo, seguito da Bagnaia, Vinales, Alex Marquez, Marc Marquez, Lecuona, Rins, Mir, Oliveira ed Espargarò.

”Ti sei allenato? - hanno chiesto a Marc Marquez prima della gara. “Io non mi alleno tantissimo - ha risposto il pilota Honda - ma so già in partenza che mio fratello Alex mi batterà”.

Che vittoria per Alex!


E così è stato, e non solo Alex Marquez ha battuto il fratello, ma si è aggiudicato l'intera gara, sei giri totali nei quali è riuscito a stare sempre in testa.

Una partenza, quella virtuale, che ha visto subito un contatto tra i futuri compagni di team Fabio Quartararo e Maverick Vinales, con il primo che si è buttato “a bomba” sul secondo facendolo uscire di pista e facendogli perdere un sacco di posizioni.

Ma tranquilli, come in ogni gioco che si rispetti, anche qui una volta caduti i piloti potevano continuare la loro corsa, insomma, riprendere a giocare.

La sfida nelle posizioni di testa ha visto Alex Marquez tagliare il traguardo con sette secondi di vantaggio sull'unico portacolori italiano Francesco Bagnaia in sella alla sua Ducati Pramac, mentre il terzo posto è andato a Maverick Vinales che nel corso dei giri è riuscito a recuperare il fuori pista iniziale.

“Peccato che Quartararo mi abbia centrato - ha detto Maverick, scherzando, a fine gara -. Era la prima volta nella vita che azzeccavo una partenza!”

Il quarto posto, invece, se l'è preso il francesino Quartararo, autore anche lui di una gran rimonta e di un grande sorpasso all'ultimo giro su Marc Marquez, che è stato inghiottito in un sol boccone chiudendo in quinta piazza.

La classifica ha visto poi i due piloti Suzuki con Alex Rins sesto e Joan Mir settimo, mentre Oliveira e Lecuona hanno chiuso rispettivamente ottavo e nono. L'ultimo posto, il decimo, è infine andato al pilota Aprilia, Aleix Espargarò.

Le dichiarazioni dei piloti


Queste le dichiarazioni dei piloti a fine gara, ovviamente tutte molto ironiche.

“Ho frenato un po' tardi - ha detto Quartararo sull'incidente con Vinales - e mi spiace che l'ho tirato giù”. Marc Marquez ha invece preso bene la quinta piazza: ”Ho cercato di fare il mio ritmo mi interessava la top 5.”

”E' un po' diverso ma è divertente, - ha commentato Pecco Bagnaia - belle battaglie, peccato il cordolo all'Arrabbiata due, sono esploso! Per la prossima gara cercherò di andare meglio”.

Infine il vincitore della gara, Alex Marquez che ha voluto scherzare con il fratello Marc: ”Non avevo l'obiettivo di vincere ma quando ho visto Pecco che mi seguiva ho spinto. Intanto ho battuto quel 'fermone' di mio fratello”.

VOTA IL SONDAGGIO: Cosa ne pensi della prima gara virtuale della MotoGP?