Era pronto a tutto Franco Morbidelli per questo inizio stagione 2020 e invece, come tutti i piloti, la sua voglia di fare dovrà attendere ancora un po'. Intervistato da Sky, ha parlato delle sue alte aspettative per l'inizio del Campionato dove si è detto pronto a lottare per la vittoria. In più, ha parlato anche di un possibile futuro al box Petronas con Valentino Rossi: ”Sarebbe un sogno” - ha detto.

Il 2020


Morbidelli, ospite di #casaskysport ha parlato di quello che vorrebbe fosse il Mondiale 2020 che al momento è fermo a causa del Coronavirus: ”Sarà un tour de force, - spiega - un Mondiale senza respiro. Non so quando comincerà ma mi aspetto un'annata tosta. Le mi aspettative per quest'anno erano buone, nei test ero molto veloce. Io cerco di capire e consolidare ogni passo che faccio, non cerco mai di fare qualcosa in più: l'impressione era che avessi maggior consapevolezza rispetto a prima”.

Quindi il Morbido nel 2020 potrebbe rientrare tra i piloti in lotta per il Mondiale? ”Gli altri anni mi mancava qualcosa, - aggiunge - invece quest'anno l'impressione è che non mi mancasse niente, anche se appartengo a un team clienti e ho una moto clienti, non una ufficiale. Per lottare bisogna avere una casa che lavora solo per te dietro."

Le pressioni della MotoGP


Di certo la MotoGP è una categoria che offre ai suoi partecipanti molta pressione e anche Morbidelli, dal suo arrivo nella classe regina nel 2018, dopo la vittoria del titolo in Moto2, ha sentito il “peso” di non dover deludere nessuno: ”C'è molta pressione in MotoGP - va avanti - perchè è una categoria in cui girano molti interessi oltre lo sport puro. Non dipende solo da te e dai tuoi meccanici, entrano in gioco ulteriori aspetti che ti fanno quasi sentire in dovere di far bene per non deludere le tantissime persone dietro alla moto che va in pista".

Con Rossi, un sogno


Detto questo, il pilota Yamaha Petronas è pronto ad affrontare, quando sarà, la nuova stagione, pensando anche al 2021 quando, il suo grande amico Valentino Rossi, potrebbe decidere di approdare proprio al team satellite Yamaha: ”Correre nella stessa squadra di Rossi - conclude - sarebbe bellissimo, sarebbe come se una favola scritta da me finisse con un lieto fine. Se così fosse mi metterei a ballare dalla gioia per tanto tempo”.

Petronas: “2020 a rischio? Combatteremo per Quartararo”