Il record del distacco di arrivo al traguardo tra due piloti è di appena 2 millesimi e questo è stato fatto registrare nel Gran Premio di Portogallo, a Estoril, nel 2006 tra il vincitore Toni Elias e Valentino Rossi. Lo spagnolo, alla guida della Honda RC211V del team Gresini, ha conquistato così la sua prima e unica vittoria nella classe regina, beffando il Dottore alla penultima gara stagionale mentre era in piena lotta per il titolo. Con quei cinque punti in più, oggi Rossi avrebbe potuto avere un titolo in più nel suo palmares, quello che invece ha perso a Valencia e che ha vinto Nicky Hayden.

MICHELIN PORTò UNA GOMMA NUOVA: MIGLIORAI DI 7 DECIMI


Intervistato da Dazn ha ricordato quell’aneddoto Toni Elias, che ha dichiarato: “La vittoria è tanto importante quanto il personaggio con cui lottiamo, in quel caso era Valentino Rossi. L’ho battuto solo una volta nella vita. Michelin ci portò per quella gara una gomma nuova il sabato e riuscì a migliorare il mio ritmo di sette decimi e lottare per la vittoria. Ringraziai molto Michelin, anche se mi arrabbiai quando venni a sapere che quella gomma, più morbida, era quella che veniva data ai migliori piloti durante tutta la stagione e a noi l’hanno data solo alla penultima gara dell’anno”.

AMICI? NON ME LO PERDONERà MAI


Quella sconfitta è ancora accesa nel ricordo del pesarese, secondo quanto dice lo spagnolo: “Quando lo vedo ogni anno a Austin posso constatare che non me l’ha mai perdonato. È terribile, ormai è una cosa successa anni fa, è tempo di essere amici, ma non è possibile. Non me lo perdonerà mai”. Sarebbe bello avere ora un commento del pesarese…

MotoGP, Aleix Espargarò: ‘Con Ducati era praticamente fatta'