In quarantena in Andorra, Maverick Vinales, intervistato da Sky, ha raccontato come sta passando questo periodo tra bicicletta e playstation, in quanto vuole allenarsi con costanza per le gare virtuali: Voglio vincere le prossime gare, - ha detto - ma quando gareggio con il joypad mi innervosisco più di quando vado in moto”. 

In più, l'occasione è stata buona per parlare anche del futuro con il compagno di squadra Fabio Quartararo, del suo rapporto con Valentino Rossi e del mancato accordo con Ducati.

Più tempo per il recupero


"Eravamo pronti al massimo per l’inizio della stagione in Qatar, - racconta Vinales - avevamo fatto bene nei test, sia nel giro secco sia nel passo gara. Personalmente penso sia stata una fortuna lo stop del Mondiale, perché mi sono infortunato in motocross, adesso ho molto tempo per prepararmi e tornare in forma prima della ripresa”.

Il pilota Yamaha ha quindi parlato dell'ipotesi che sta prendendo sempre più campo ovvero quella di ripartire, quando sarà il momento, con gare a porte chiuse:” Non sono favorevole, - dice - noi dobbiamo tutto ai tifosi, corriamo per loro. Però se dobbiamo correre a porte chiuse, va bene, l’importante è fare le gare.”

“Spero che Rossi continui in Yamaha”


E se Vinales ha firmato il suo rinnovo con Yamaha anche per il 2021, il suo attuale compagno di team Valentino Rossi, invece abdicherà alla sella dell'M1 per approdare in un altro team o perchè no per decidere di ritirarsi. Certo, con il 2020 che già sta scorrendo inesorabile senza che ancora sia stata disputata una gara, il futuro dei due compagni di team appare un po' incerto: "Rossi è il mio idolo sin da quando ero piccolo, - spiega - lo vedo correre da quando ho tre anni, per me è una motivazione extra essere in pista con lui. Non ho parlato con Yamaha su come sarà la situazione l’anno prossimo, io spero che Valentino continui in Yamaha, lui è un pilota importante che porta tante informazioni utili. Ho imparato tante cose da Valentino, quello che sicuramente mi resterà è la sua capacità di avere sempre il sorriso, a prescindere che arrivi primo o settimo".

Felice che arrivi Quartararo ma...


Maverick, però, non disdegna neppure quello che diventerà il suo prossimo compagno di squadra, ovvero Fabio Quartararo, arrivato lo scorso anno in MotoGP e che dal 2021 dovrebbe passare dal team Yamaha Petronas a quello ufficiale: "Il mio rapporto con Quartararo è molto buono, gira molto forte, soprattutto in qualifica, sa sfruttare tutto il potenziale della Yamaha. Questo è molto buono anche per me, perché il prossimo anno sarà nostro vicino di box. Da una parte sono contento che nel 2021 io e Fabio lavoreremo insieme, ma dall’altra parte sono incazzato perché avere Rossi nella stessa squadra è sempre stato molto bello, sono dispiaciuto di perdere Valentino".

Il futuro? Forse in Suzuki


Infine Vinales ha parlato del mancato accordo con Ducati, nonostante continui ad essere in buoni rapporti, soprattutto con Davide Tardozzi: ”Ho un rapporto molto buono con Tardozzi, - ha concluso - ed è stato difficile scegliere tra Ducati e Yamaha. Alla fine però ho scelto Yamaha perché voglio provare a vincere il titolo, non so se avrei avuto l’opportunità di farlo lontano dalla Yamaha”.

In ogni caso, in futuro, mai escludere nessun team: ”Chissà, magari potrei tornare in Suzuki.”

Lorenzo: “Ho battuto i più forti: Stoner incredibile, Rossi come Maradona”