I timori erano fondati, e anche il Sachsenring, dove avrebbe dovuto svolgersi il GP di Germania in data 21 giugno, verrà rinviato.

A dare la notizia è l'organizzatore dell'evento, dopo che il primo ministro bavarese Markus Söder aveva vietato i “grandi eventi” in Germania fino al 31 agosto.

La nota stampa


“Siamo in trattativa con il titolare dei diritti della MotoGP, cioè Dorna, e con le autorità responsabili - ha detto in una nota stampa l'organizzatore dell'evento ADAC - per trovare una nuova data per il Gran Premio motociclistico del Sachsenring".

“La salute dei fan e di tutti i soggetti coinvolti – ha proseguito - ha sempre la massima priorità. I biglietti acquistati rimangono validi per la nuova data. Chiediamo pazienza ai nostri fedeli fan”.

Ad oggi, 8 gare rinviate


Lo slittamento del Gran Premio del Sachsenring va quindi ad unirsi a quelli già annunciati precedentemente: Thailandia, Argentina, Texas, Jerez, Mugello, Le Mans e Catalunya.

Gare che avrebbero dovuto svolgersi da marzo a fine giugno e che, in teoria, dovrebbero trovare una nuova collocazione in un nuovo calendario MotoGP, non appena cesseranno le restrizioni causate dal coronavirus e sarà possibile ripartire con il Campionato del Mondo.

Di certo, però, non sarà facile trovare una nuova collocazione per ben otto gare (sempre che non slittino altre) inserendole in un nuovo calendario che dovrà in ogni caso terminare a fine novembre 2020.

Quarantena e allenamento: Kimi Raikkonen si dà al cross