Ezpeleta: “Ottimista su una stagione da luglio a novembre”

Ezpeleta: “Ottimista su una stagione da luglio a novembre”

Il CEO di Dorna ha svelato quale sia la possibilità più probabile per fare un campionato Mondiale quest’anno

27 aprile 2020

Di mollare la presa Carmelo Ezpeleta proprio non ne vuole sentire parlare e il CEO di Dorna sta facendo tutto ciò che è nelle sue mani per salvare il campionato del Mondo di MotoGP 2020.

Lo spagnolo, infatti, ha dichiarato alla televisione britannica BT: “Ci sono diversi scenari, il più ottimista è iniziare a fine luglio. Dobbiamo considerare due cose: che il paese ospitante ci permetta di andare lì e che abbiamo la possibilità di viaggiare. Principalmente ci concentriamo nel fare un campionato in Europa, iniziare tra luglio o agosto, poi se verso la fine dell’anno possiamo raggiungere i Paesi fuori Europa, valuteremo il da farsi. Ogni giorno penso che sia sempre più possibile fare questo. Inoltre si potrebbero disputare due gare consecutive su uno stesso tracciato e poi muoverci verso un altro circuito. In Europa è possibile muoversi in macchina. Finiremmo così a novembre”.

Rientrano in Spagna le MotoGP bloccate a Doha da fine febbraio

L’idea è quella di disputare il campionato con tutte le quattro classi (Moto3, Moto2, MotoGP, MotoE), purtroppo a un’unica condizione: “Consideriamo che si possa fare probabilmente a porte chiuse. Vedremo quali circuiti accetteranno questa opzione. Con IRTA stiamo valutando quante sono le persone strettamente necessarie nel paddock, e siamo circa a quota 1200. L’importante è fare lo show e che venga trasmesso in televisione. Molte cose non sono nelle nostre mani. Lavoriamo con i governi dei paesi dove dovremmo correre. Adesso sono ottimista per disputare la stagione tra luglio e novembre”.

Bulega e Gresini: “Tornare in pista sarà un sospiro di sollievo”

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi