Nonostante lo stop dovuto al coronavirus e con una stagione MotoGP ancora in ballo, il manager di Jack Miller, così come il pilota stesso, stanno pensando a quello che sarà il futuro dell'australiano per il 2021.

Ormai alcune delle selle più importanti sono già state prese, ma a Borgo Panigale, per quanto riguarda il team ufficiale tutto è ancora in ballo. Per questo Aki Ajo sta lavorando in modo costante per assicurare un futuro importante al suo pilota.

“Sarebbe logico”


“La cosa più logica – dice Ajo a Speedweek.com - sarebbe che Jack dal team Pramac fosse promosso nel team ufficiale  per la prossima stagione. Ma fino ad oggi non è stato ancora deciso nulla. Jack è libero per la stagione 2021, può andare dove vuole. La Ducati non ha opzioni su di lui al momento. Ma Jack è molto contento della Ducati e sarebbe logico se rimanesse lì.”

MotoGP, Mercato 2021: Marquez propone il rinnovo automatico

È giovane e può dare ancora tanto


Nel 2019 Miller è riuscito a conquistare cinque terzi posti, buoni risultati che sono stati confermati da Jack anche durante i test invernali di quest'anno, prima di quello che avrebbe dovuto essere l'inizio del nuovo campionato: ”Dopo i test invernali nei quali è andato forte, - prosegue Ajo - ero molto fiducioso per questa stagione. Jack ha ottenuto cinque podi l'anno scorso, quindi mi aspetterei tre primi posti in questa stagione, ma per ora nessuno sa quante gare di Coppa del Mondo si terranno nel 2020”.

“In ogni caso - ha concluso - Jack ha compiuto incredibili progressi negli ultimi due anni, soprattutto nel 2019. Ha anche chiaramente migliorato la gestione delle gomme e la strategia di corsa. C'è ancora spazio per migliorare, ma deve comunque essere soddisfatto delle sue prestazioni del 2019. In più è ancora giovane, ha 25 anni, e quindi può dare ancora molto”.

MotoGP, Assen 2016: Miller vince e viene multato per lo shoey