Valentino Rossi e il suo futuro in MotoGP sono un argomento di grande discussione in questo momento. E se da parte del Team Petronas sull'attesa notizia del Dottore di approdare o meno al team qualcosa era già stato detto, all'appello manca la decisione di Rossi che sta tardando ad arrivare. Oggi però, in un video pubblicato su motogp.com il nove volte iridato ha deciso di parlare del suo futuro in modo chiaro e conciso.

Piani saltati

“Il mio piano era molto chiaro. – ha detto - Cambiare qualcosa nel team e aspettare l'estate per capire se fossi stato più competitivo rispetto alla passata stagione, questo per me è un punto cruciale. Voglio continuare, ma voglio farlo solo se sono forte. Sfortunatamente in questa situazione devo prendere una decisione senza poter fare delle gare e questo rende tutto più difficile. Per quanto mi riguarda ho già riflettuto molto ma devo capire se dentro di me ho abbastanza forza e motivazione.

“Petronas un team al top”

Rossi parla quindi della possibilità di correre con Petronas. Dal 2021, infatti, Fabio Quartararo prenderà il suo posto al team Yamaha ufficiale e per Rossi, se lo vorrà, ci sarà un posto in Petronas ad attenderlo:”Ho una buona opportunità con il team Petronas, - ha proseguito - penso sia un team di alto livello come ha dimostrato l'anno scorso con Quartararo e Morbidelli. E' un team giovane con persone giovani che ne fanno parte e che già conosco, quindi per me è un'opzione molto buona. Devo solo decidere se dentro di me ho abbastanza motivazione per continuare.”

“O Petronas o stop”

“In questo momento – ha concluso Vale - ho parlato soltanto con Lin Jarvis e Yamaha e non ho ancora parlato in modo diretto con Razlan Razali, mi piace un sacco il lavoro che sta portando avanti e condivido il suo pensiero. Non andrei in Petronas solo per fare la mia ultima stagione o solo per dire “ciao” ai tifosi. Se deciderò di gareggiare ancora voglio dare il 100% e correrò solo se dentro di me sentirò di essere competitivo e di poter lottare per il podio. Le mie opzioni quindi sono soltanto due, o Petronas o stop. Quindi vedremo.”