Petrucci a 360 gradi. Il pilota Ducati si lascia andare in una lunga intervista con noi di Motosprint dove racconta del suo rappporto con il compagno di box Andrea Dovizioso, della Ducati e ci svela alcuni simpatici aneddoti riguardo la sua collezione di Motosprint che conserva nella sua camera (come un vero appassionato che si rispetti!).

Piccola anticipazione dell'intervista


"Io ed Andrea? Dovi mi ha aiutato molto - racconta Danilo -  dopo la gara di Austin 2019 mi sentivo praticamente "segato". Andrea mi chiamò a casa e mi disse che dovevo credere di più in me. Contano i risultati e dovevo credere più in me stesso. Mi stimolò a fare di più: mi si accese la lampadina e da Jerez le cose migliorarono molto per me".

Sulla vittoria del Mugello, quella del 2019: "Andrea voleva vincere, anche perchè era seccato dalla vittoria di Lorenzo nel 2018. Quando lo superai, probabilmente non si aspettava il sorpasso, ma non potevo fare altrimenti. Mi è dispiaciuto vederlo deluso, a fine stagione gli parlai, mi spiaceva. Siamo amici, ma ognuno vuole vincere, altrimenti non saremmo arrivati in MotoGP".

Per saperne di più guarda la puntata completa di Motosprint OnAir.