Da giorni ormai la notizia era nell’aria e si aspettava la conferma, che finalmente è arrivata. Nella prossima stagione Jack Miller vestirà i colori del team ufficiale di Ducati e nell’accordo non manca un’opzione per estendere il contratto anche al 2022. L’australiano, che ha esordito in MotoGP nel 2015 a soli 20 anni, è salito alla guida della Desmosedici GP nel 2018 con il Pramac Racing Team e ha svolto due stagioni in crescendo fino ad arrivare a chiudere il 2019 all’ottavo posto con cinque podi all’attivo.

 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram

Welcome on board @jackmilleraus! We are pleased to announce that the Australian rider will join the Ducati Team for the 2021 @MotoGP season #ForzaDucati

Un post condiviso da Ducati Corse (@ducaticorse) in data:

Un’escalation che ha convinto i vertici della Ducati che gli hanno dato fiducia e hanno deciso di puntare su di lui per il prossimo futuro. Claudio Domenicali, Amministratore Delegato di Ducati Motor Holding, ha infatti dichiarato: “Dal suo arrivo nel Pramac Racing Team, Jack è cresciuto costantemente, dimostrandosi uno dei piloti più veloci e talentuosi del campionato, per cui siamo contenti che abbia accettato di guidare la Desmosedici GP ufficiale del Ducati Team il prossimo anno. Siamo convinti che Jack abbia tutte le carte in regola per poter lottare con continuità per le posizioni che contano, in ogni gara, già a partire da questa stagione con la Desmosedici GP20 del Pramac Racing Team, e di fare un ulteriore passo in avanti il prossimo anno grazie al pieno supporto del Ducati Team”.

VOTA IL SONDAGGIO: Miller - Ducati, il binomio giusto per impensierire Marquez?

Il 25enne Miller è entusiasta della notizia ed è pronto a dare il massimo per non deludere Ducati: “Prima di tutto desidero ringraziare di cuore Paolo Campinoti, Francesco Guidotti e tutto il Pramac Racing Team per il grande supporto che ho ricevuto da loro nei due anni e mezzo trascorsi insieme. Per me è un onore poter proseguite la mia carriera in MotoGP con la casa di Borgo Panigale e vorrei quindi ringraziare tutto il management Ducati, Claudio, Gigi, Paolo e Davide, per aver avuto fiducia in me e avermi dato questa incredibile opportunità. Non vedo l’ora di ricominciare a correre quest’anno e sono pronto ad assumermi con il massimo impegno la responsabilità di essere un pilota Ducati ufficiale nel 2021”.

Chi sostituirà Miller in Pramac? Ecco i risultati del sondaggio