Valentino Rossi sta facendo parlare di sé anche nel mondo del gossip, per via delle future nozze con Francesca Sofia Novello, intanto si prepara a vivere una stagione mondiale sicuramente ridotta per via dell’emergenza Coronavirus, ma da combattente, come sempre.

Una stagione anomala


"Sarà una stagione anomala, ma rispetto all'ultima stagione sono cambiate tante cose in Yamaha. Se lavorerà al 100% avremo una moto per vincere", ha detto il pesarese ai microfoni del sito ufficiale MotoGP.com.

"Non sarà un mondiale come tutti gli altri”, ha aggiunto il ‘Dottore’. “Intanto perché si faranno la metà delle gare, poi sarà strano dover disputare corse sullo stesso circuito. Avremo tante limitazioni, poche persone nel paddock e nessun tifoso. Sicuramente non è una bella cosa".

L’obiettivo, però, è quello di vincere, a maggior ragione per il fatto che sarà la sua ultima stagione da ufficiale in Yamaha.

"Dobbiamo tornare a puntare in alto"


"Nella seconda metà dell'anno scorso i miei risultati non sono stati quelli che ci aspettavamo. Dovremo essere più forti e più veloci. Abbiamo perso un po' di competitività e feeling in generale con la moto, ma con un paio di persone nuove ai box, fra cui il nuovo capo equipaggio, dobbiamo tornare a puntare in alto. I test invernali con la M1 non sono andati male, la moto è più potente e veloce.

"In Yamaha molte cose sono cambiate dalla fine della stagione precedente e se si lavorerà al massimo avremo possibilità di vincere", ha ribadito il nove volte iridato.

Rossi ha poi raccontato di aver trascorso la quarantena “guardando film che non ero riuscito a vedere in passato e giocando al simulatore. Per due mesi è stato assolutamente vietato allenarsi, quindi non sono mai stato in moto, nemmeno per l’allenamento. Da due settimane siamo tornati a correre, specialmente nel ranch ma anche su altre piste di motocross delle Marche. Cosa ho provato? È stato fantastico", ha detto.

In TV per beneficienza


Il pesarese sarà ospite nella trasmissione “Non Mollare Mai - Storie Tricolori”, che andrà in onda su Raiuno in prima serata, martedì 2 giugno in occasione della Festa Nazionale della Repubblica Italiana. Conduttore d’eccezione sarà Alex Zanardi, e insieme a Rossi saranno presenti anche Charles Leclerc, Lapo Elkann, gli ex calciatori Marco Tardelli, Franco Causio, Bruno Conti e molti altri, con l’obiettivo di dare un contributo per beneficienza in questo periodo difficile per via dell’emergenza Coronavirus. Il ricavato andrà alla Croce Rossa Italiana.

Chi desidera dare il proprio contributo potrà farlo già nei giorni precedenti attraverso le piattaforme della Croce Rossa Italiana sul sito www.cri.it con IBAN, carta di credito e attraverso il Numero Solidale. Il numero solidale 45505 sarà attivo dal 27 maggio al 3 giugno. L’SMS potrà essere inviato da ogni cellulare con il valore di 2 euro. La chiamata da telefono fisso ha valore di 5 o 10 euro (da numeri TIM, Vodafone, WindTre, Fastweb e Tiscali) e di 5 euro (da numeri TWT, Convergenze e Postemobile).

Ducati: Dovi o Petrux, chi andrà giù dalla torre?