In occasione di una giornata passata tra i cordoli del circuito di Montmelò, dove il Mondiale disputa normalmente il GP di Catalogna, Aleix Espargaro ha informato della sua situazione contrattuale, essendo in scadenza di contratto con Aprilia. Il sito spagnolo Marca ha riportato le sue dichiarazioni: “Le conversazioni erano ferme fino a un paio di settimane fa. Ora siamo vicini ad arrivare ad un accordo. Ho sempre detto che quello che voglio è che la moto di Aprilia funzioni e di ritirarmi con loro. So com’è la nuova moto, molto più competitiva della precedente, ma è importante per me il progetto tecnico. Se rinnovo con Aprilia sarà il mio ultimo contratto. Non se se di due anni o di più. Spero però che non ci sia una pausa a livello tecnico, ma che questo continui a crescere. Se sarà così, come mi assicurano, mi piacerebbe essere il leader della squadra”.

Caso Iannone


La casa di Noale dovrà anche prendere una decisione in merito al suo futuro compagno di squadra. Alcune indiscrezioni vorrebbero Aprilia in contatto anche con Danilo Petrucci, ma Espargaro dice: “Loro vorrebbero rinnovare con Andrea Iannone”, il quale però è in attesa di capire quale sarà la decisione del TAS, in merito alla sua squalifica di 18 mesi perché trovato positivo al doping.

Iannone e Belen, è ritorno di fiamma?

Le mosse di Ducati


Ultimamente il mercato si è riacceso con Ducati che ha ingaggiato nel team ufficiale Jack Miller, e ora l’obiettivo della casa di Borgo Panigale è quello di rinnovare Andrea Dovizioso. Così resterebbe fuori dai giochi Danilo Petrucci ed Espargaro ha detto la sua: “Jack aveva già una moto ufficiale nel 2019 e i risultati sono stati molto simili a quelli di Danilo, penso che Petrucci sia sottovalutato e adesso si trova in una situazione complicata. Adesso sembra che Miller sia il nuovo Casey Stoner e che Danilo non serva a niente, quando nel 2019 a parità di moto hanno ottenuto praticamente gli stessi punti. Il tempo mette tutti al proprio posto. Jack è giovane e ha talento, vedremo se con Ducati farà bene. Per me il grande pilota di Ducati è Dovizioso, e se andasse via sarebbe per loro un grande perdita”.

Il futuro di Petrucci in SBK: il paddock la pensa così