Sognare a occhi aperti non costa nulla, e Andrea Dosoli, che è a capo del progetto di Yamaha in Superbike (categoria dove forse presto potrebbe arrivare Danilo Petrucci), ha ammesso che il suo sogno si chiama Valentino Rossi. Come riporta il sito spagnolo di As, Dosoli ha raccontato: “Sarebbe un sogno per tutti e anche per Yamaha avere Valentino in Superbike, ma non credo che ci stia pensando. Sicuramente la sua presenza qui aiuterebbe a far crescere la classe”. Rossi infatti a breve dovrà prendere una decisione in merito al suo futuro, dal momento che per il prossimo biennio il suo posto nel team ufficiale Yamaha in MotoGP è stato preso da Fabio Quartararo. 

Vicino al team Petronas


ll Dottore se deciderà di continuare in MotoGP lo farà con il team privato della casa di Iwata, il team Petronas, dove avrà il massimo supporto di Yamaha. Anche Dosoli crede che non si allontanerà dal paddock della MotoGP: “Dorna farà tutto il possibile per mantenerlo in MotoGP, anche dopo il suo ritiro”.

VOTA IL SONDAGGIO: Rossi - Petronas: un matrimonio che s'ha da fare?

SBK e MotoGP


Infine Dosoli ha commentato la possibile fusione tra le due classi ed è stato categorico: “Non succederà, principalmente per un discorso di sponsor. Ma ci sono anche altre ragioni. Inoltre potrebbe essere negativo per la Superbike. Credo che sia meglio che le due classi corrano separate”.

MotoGP, Crutchlow: "Miller può battere Marquez"