Il 31 maggio 2020 sarebbe dovuto andare in scena il GP del Mugello ma molto tristemente, come tanti altri, è stato annullato. Per ricreare un po' di quel buon umore che il GP d'Italia porta negli appassionati di MotoGP, vi abbiamo chiesto di immaginare come sarebbe andata la gara.

Ecco quindi il GP social del Mugello creato da voi.

La partenza


Dopo un sabato di qualifiche al cardiopalma in cui i tantissimi tifosi di Valentino Rossi hanno potuto esultare con ragione per la pole position conquistata dal loro beniamino, seguito da Marc Marquez e Fabio Quartararo, la partenza della gara è stata del tutto inaspettata.

Allo scattare del semaforo verde c'è stato un piccolo contatto tra la Yamaha di Rossi e quella di Quartararo, con il francese finito subito dopo il primo curvone a terra e costretto ad abdicare la gara. In mezzo a questa confusione ad approfittarne sono stati Andrea Dovizioso e Marc Marquez che però non sono riusciti a seminare il Dottore, rimasto nel gruppetto dei tre.

Il podio


Ancora una volta la bagarre tra Rossi e Marquez ha fatto scintille andando ad infervorare il numeroso pubblico del Mugello: e con lo spagnolo che molto probabilmente ha usurato troppo la gomma media, complice anche il caldo torrido della Toscana, il nove volte iridato ne ha approfittato andando a spuntarla sul numero 93 e arrivando secondo a fine gara alle spalle di Andrea Dovizioso che è tornato a vincere al Mugello dopo il 2017.

Una doppietta italiana, quindi, che ha regalato una giornata indimenticabile per il nostro motociclismo.

La top ten


A chiudere il podio c'ha pensato Marc Marquez che seppur non è riuscito a lottare per la vittoria, continua a mantenere la vetta della classifica iridata: per lui il Mugello è sempre stato un circuito ostico.

A seguire, lo spagnolo in quarta posizione è stato Danilo Petrucci che dopo la vittoria del 2019, quest'anno non è riuscito a lottare con il gruppo di testa. Quinta piazza, invece, per Alex Rins che in sella alla Suzuki continua la sua stagione con buoni risultati, mentre sesto è arrivato Jack Miller con la Ducati del team Pramac.

Dietro di lui, ha portato a casa un buonissimo risultato Franco Morbidelli unico portacolori del team Petronas arrivato al traguardo, mentre ottavo si è classificato Aleix Espargarò in sella all'Aprilia. A chiudere la top ten sono stati Joan Mir e Pol Espargarò, come unica KTM ufficiale in classifica.

Fuori di scena


A cadere è stato infatti il rookie Brad Binder, fortunatamente senza aver riportato conseguenze. A ritirarsi dalla gara è stato anche lo sfortunato Pecco Bagnaia (Ducati Pramac) che ha dovuto fermarsi per un problema tecnico e l'alfiere Yamaha Maverick Vinales.

Petrucci saluta Ducati: “Hanno deciso di non continuare il rapporto”