Dopo la ripartenza della MotoGP prevista per il 19 luglio 2020 a Jerez e con il team Yamaha che già si sta preparando per il grande ritorno, ancora manca sapere quale sarà il futuro di Dottor Rossi. Dal 2021 deciderà di approdare al team Petronas o opterà per il ritiro?

Se ancora Vale non si è pronunciato in merito, a farlo è stato il suo “braccio destro” Alessio Salucci detto “Uccio” in un'intervista a Sky Sport MotoGP.

“Vale correrà in Petronas”


“Vale - ha detto - ha l'atteggiamento di quello che vuole tutto meno che smettere. È un trascinatore, tira avanti anche gli altri ragazzi, ha sempre una gran voglia di correre, ci stupisce sempre. Quindi la nostra intenzione è quella di andare avanti anche per il 2021".

Il team Petronas, che sicuramente sarà la scelta di Rossi, nonostante non sia un team ufficiale sarà sicuramente la migliore opportunità: ”Non è un team ufficiale - ha proseguito Uccio - ma avremo una moto factory. Il team è strutturato molto bene, e ci sarà la Yamaha a supportarci con la quale abbiamo un ottimo rapporto. Molto probabilmente, poi, avremo anche Franco Morbidelli come compagno di squadra quindi sarà una bella esperienza. Non è ancora tutto definito ma a fine mese sarà tutto definito".

Valentino Rossi: “Razgatlioglu sarà un duro rivale per Rea”

Vale e Morbido compagni di team


Quindi la concentrazione si sposta su Franco Morbidelli pilota dell'Academy VR46 che a quanto detto continuerà il suo percorso con l'importante team Yamaha Petronas: ”Abbiamo iniziato con lui che era piccolo - è andato avanti Uccio -, io ho sempre sperato che un giorno arrivasse in MotoGP, ci è arrivato e sarà anche nostro compagno di squadra. Questa cosa mi fa strano perché l’ho visto bambino, con tante insicurezze e vederlo lì adesso mi fa un sacco di piacere, anche con Petronas si è in dirittura di arrivo per firmare, la strada è definita ormai. Abbiamo fatto delle sessioni in pista a Misano in queste settimane, Vale e Franco hanno girato insieme, c’è un grande feeling tra loro perché c’è un’amicizia vera”.

Morbidelli: “In squadra con Rossi? Sarebbe una favola a lieto fine”

E Pecco Bagnaia?


Infine, nell'intervista si è parlato anche di Francesco Bagnaia, anche lui con un futuro incerto in Pramac visto il mercato in continuo fermento.

“Pecco per rimanere in Pramac deve dimostrarsi più veloce di quanto fatto nel 2019 - ha concluso Salucci -, se farà bene ci sarà un contratto importante in Ducati”.

MotoGP: annunciato il nuovo calendario ufficiale 2020