Da sempre appassionato di motocross, Andrea Dovizioso ieri aveva preso parte al campionato regionale Emilia Romagna di motocross, sul circuito di Monte Coralli, nei pressi di Faenza, ovviamente d’accordo con Ducati, ma la giornata si è conclusa all’ospedale.

Operazione


Il forlivese, infatti, è incappato in una caduta che gli ha procurato la frattura della clavicola sinistra e per accelerare i tempi del recupero è stato operato in serata all’ospedale di Modena, dal professione Giuseppe Porcellini. Il medico ha dichiarato ai microfoni di Sky Sport: “Dovizioso è arrivato con una frattura scomposta dell'esterno sternale della clavicola, quindi un pochino più complessa. L'abbiamo ridotta, mettendo una placca per stabilizzare. Con Fabrizio Borra che è il suo fisioterapista abbiamo programmato tutto. Adesso sarà un veloce lavoro per tornare subito in moto. Dal punto di vista clinico le condizioni sono ottime”.

Mercato MotoGP: Ducati in bilico tra Dovizioso e Lorenzo?

A Jerez ci sarà


Il medico non ha dubbi sul suo ritorno in pista, proprio il 19 luglio a Jerez per il primo GP stagionale: “La medicina non è una scienza esatta, ma sono molto ottimista e credo che ce la farà. L'altra volta è tornato a gareggiare in 21 giorni. I motocicilsti hanno qualcosa in più, sono gente che sopporta il dolore”.

Tutto sotto controllo


Il suo manager Simone Battistella ha poi aggiunto: “Andrea è dolorante, ma sereno. Si tratta di una frattura che potrebbe anche non essere operata, lo facciamo per permettere ad Andrea di allenarsi di nuovo tra pochi giorni ed essere pronto per la prima gara”.

Cecchinello: "Avevo poco talento, ma tanta voglia di lavorare"