Gran Premio d'Olanda in successione a quello della Germania. Nessuno dei due si è corso a causa del coronavirus, e per questo 2020 non si correrà, ma come sarebbe andata la gara se tutto si fosse svolto regolarmente?

Il GP di Assen sarebbe stato il decimo appuntamento in programma della stagione e secondo la vostra top ten pubblicata su Facebook a vincere sarebbe stato Valentino Rossi in sella alla Yamaha.

Ancora Dottor Rossi sul gradino più alto


L'Università del motociclismo, come veniva chiamata prima che la pista fosse modificata, aveva visto Dottor Rossi trionfare nel 2017 e secondo la vostra opinione, anche in questo 2020 sarebbe riuscito ad ottenere il gradino più alto del podio e prima Yamaha, quindi, a tagliare il traguardo.

Le qualifiche


Nel sabato di qualifiche di Assen a spuntarla su tutti è stato Fabio Quartararo: il francese è riuscito in una bella impresa ma è stato aiutato anche dalla scia di Valentino Rossi che, si è dovuto accontentare della seconda posizione in griglia.
Alle spalle delle due Yamaha Marc Marquez che dopo una caduta nelle fp3 non è riuscito, questa volta, ad accaparrarsi la pole position.

Il podio


Domenica 27 giugno la temperatura mite e un cielo nuvoloso hanno permesso ai piloti di mettere in scena una gara davvero avvincente. Dopo una lotta serrata per il primo posto, a spuntarla è stato Valentino Rossi che non si è lasciato sopraffare dagli attacchi del francesino Quartararo agguerrito fin dallo spegnimento del semaforo.
Sul terzo gradino del podio, invece, è salito Andrea Dovizioso che in sella alla Desmosedici non è riuscito a riacciuffare i due piloti Yamaha ed ha chiuso la gara con un distacco di un secondo e mezzo da Quartararo.

Marquez in difficoltà


Per quanto riguarda Marc Marquez, che da pronostici era uno dei favoriti, almeno per il podio, l'RC213V non è riuscita fin da subito ad essere competitiva . Per lo spagnolo i problemi sono iniziati dalla partenza dove dalla terza posizione, dopo la prima curva è finito in sesta. Da qui la rimonta è stata estenuante e il numero 93 prima in bagarre con Cal Crutchlow e poi con Jack Miller, è riuscito ad ottenere il quarto posto.

La top ten


Alle sue spalle è arrivato proprio l'australiano in sella alla Ducati del team Pramac (per lui sarà l'ultimo anno visto che dal 2021 sarà sulla Desmosedici del team ufficiale), mentre Cal Crutchlow si è visto costretto a lasciare il sesto posto a Maverick Vinales.

Ad arrivare in settima posizione è stato invece Pol Espargarò con la KTM, ottimo risultato per la Casa austriaca che dalla stagione 2021 avrà nuovi protagonisti tra cui Danilo Petrucci (ottavo all'arrivo).

A chiudere la top ten sono stati infine i due piloti Suzuki con Joan Mir arrivato nono e Alex Rins decimo. Tra i piloti caduti in gara Alex Marquez e Takaaki Nakagami.