Mentre tutto il paddock si sta muovendo per fare i test sierologici in vista dell'arrivo a Jerez, prima gara di questo calendario 2020 che si svolgerà nel weekend del 17 -18 e 19 luglio, l'apprensione cresce da parte dei team.

Questi infatti potranno partecipare con un massimo di 25 persone per squadra e se qualcosa dovesse andare storto durante i test per il Covid-19 sarebbe difficile rimpiazzare, da un giorno all'altro, alcune figure professionali.

Di questo e molto altro ha parlato il team manager Ducati Pramac Francesco Guidotti in un'intervista a Sky Sport MotoGP, toccando anche il difficile argomento “Ducati - Dovizioso”.

Tensione alle stelle


“C’è un bel po' di apprensione - ha detto Guidotti -. Miller farà il test domani ad Andorra mentre Bagnaia venerdì a Cesena. Anche Pirro si sta sottoponendo agli esami, è un pilota di valore, sempre utilissimo e potrebbe sostituire Dovizioso se non dovesse farcela”.

Il Dovi è infatti reduce da un infortunio alla clavicola dopo una gara di cross al quale ha partecipato e nonostante l'intervento sia andato bene e il recupero sembra procedere secondo i piani, soltanto quando sarà in sella alla Desmosedici potrà capire se riuscirà ad affrontare o meno il weekend di gara.

“Qualcosa non quadra”


Ecco però che parlando del forlivese, la questione si sposta sul rinnovo del contratto tra lui e Ducati. Ancora, come ha detto il suo manager Battistella in una recente intervista, non c'è nessuna negoziazione in ballo in quanto la Casa di Borgo Panigale vuole aspettare per vedere come andranno le prime gare della stagione: ”Se dopo sette/otto anni di rapporto c’è ancora bisogno di aspettare delle gare per capire - ha detto Guidotti - è evidente che qualcosa non quadra. Quando certi amori finiscono, quasi sempre le responsabilità sono reciproche. I mancati chiarimenti a volte portano a questo, anche se spero in un accordo utile per entrambi. Ho sentito della possibilità di un anno sabbatico per Dovi, penso sia rischioso anche se la storia insegna che le chiamate in corso a volte sono più interessanti dei contratti di inizio stagione".

“Miller carico per l'inizio”


Nella questione Ducati - Dovizioso, poi, potrebbe intromettersi anche un certo Jorge Lorenzo che in passato ha detto che potrebbe anche tornare a correre e che, da alcune indiscrezioni, sembra già in contatto con la “Rossa”: ”Di certo se torna - ha proseguito Guidotti - per volersi togliere delle soddisfazioni, Ducati è il posto giusto".

Non una parola in più, quindi, che invece il team manager ha avuto voglia di spendere sul suo pupillo Jack Miller che affronterà in questo 2020 la sua ultima stagione in Pramac per poi passare in Ducati ufficiale: ”La promozione è una motivazione ulteriore. Partire con un solo giorno di test alle spalle per uno come lui che è fisicamente già in palla potrebbe essere un plus da fruttare".

Casco speciale per i fratelli Marquez nel primo GP di Jerez - FOTO